sabato 23 febbraio 2019
In foto: Primo sweep stagionale per la Telemarket e per i Titani un primo posto in classifica che si consolida sempre più, vista la contemporanea sconfitta dell’Unipol Bologna a Nettuno. Contrariamente alle prime due sfide, nell’atto conclusivo del trittico l’equilibrio è durato per quattro inning, con Patrone e Da Silva a comandare le danze sul monte.
di    
lettura: 2 minuti
dom 10 lug 2011 07:44 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

L’ottimo Chaves di questo weekend apre la gara con una valida ma, come succede per Pantaleoni e il suo singolo poco dopo, non arrivano punti –si legge in una nota ufficiale della T&A-.

È al 2° inning che la partita si anima, ma non per quanto accade sul diamante. L’incontro paradossalmente prende quota fermandosi. La Telemarket, infatti, nel line-up consegnato ad arbitri e classificatori aveva inserito De Biase come dh e Phelps in prima base: il problema è che i due sono entrati in campo a ruoli invertiti, con l’ex sammarinese a difendere il cuscino di prima e l’americano a svolgere il suo compito di battitore designato. Dopo un conciliabolo tra arbitri e staff tecnici delle due squadre, la risultante è che Rimini deve rinunciare al suo designato, Phelps, mandando a battere il pitcher, Sandy Patrone. La partita riprende con un Da Silva che tiene da par suo il monte e con San Marino che questa volta è la prima a passare in vantaggio. Dopo quattro riprese abbastanza asfittiche, al quinto Avagnina apre con un singolo e va a segnare quando, con due out, Francesco Imperiali infila un bel doppio a sinistra che vale l’1-0.

Ad inizio 6°, nella stessa azione, i due partenti lasciano la partita. Da Silva è rilevato da Bartolucci, mentre Patrone, che doveva essere il primo uomo nel box, è sostituito dal pinch hitter Campanini. Dopo due out, l’inning di Rimini prende quota con la base di Santolupo, il singolo di Spinelli, il doppio di Tanesini del sorpasso (1-2) e un’altra valida di Chaves per l’allungo (1-3). Partita strana, per come è iniziata e per come prosegue. Al cambio di campo, la T&A risponde ai tre punti riminesi con altre tre segnature che ribaltano nuovamente le sorti del match. Lancia Quattrini: Ramos si prende quattro ball, Avagnina lo spinge in terza con un singolo e sulla battuta di Chapelli arriva il 2-3. Il doppio di Suardi pareggia i conti sul 3-3 e la Telemarket opera un altro cambio: dentro Cherubini, che però dopo aver messo out Imperiali si prende il singolo del vantaggio biancazzurro ad opera di Reginato (4-3).

Palanzo, entrato per Bartolucci a chiudere l’inning precedente, va in scioltezza fino a un finale di partita che ha l’unico ulteriore sussulto nel 5-3 San Marino dell’8° (doppio di Pantaleoni che avanza in terza e poi corre a casa su lancio pazzo). Il derby si chiude con tre out su Santolupo, Spinelli e Tanesini. Finisce 5-3, T&A implacabile.

IL TABELLINO

TELEMARKET RIMINI – T&A SAN MARINO 3-5

TELEMARKET RIMINI: Chaves ss (2/4), Santora (Quattrini, Cherubini) 2b (1/4), Nelson 3b (0/3), De Biase 1b (0/4), Phelps (Patrone 0/1, Campanini 0/1, Rattini 0/1) dh (0/1), Crociati ec (1/4), Santolupo es (0/3), Spinelli r (1/4), Tanesini ed (1/4).

T&A SAN MARINO: Granato ss (0/4), Pantaleoni ss (2/4), Vasquez 1b (0/4), Ramos dh (0/2), Avagnina es (2/3), Chapelli ec (0/4), Suardi ed (1/3), Imperiali 2b (1/4), Reginato r (1/3).

TELEMARKET: 000 000 300 = 3 bv 7 e 0
T&A: 000 010 31X = 5 bv 7 e 1

PRESTAZIONE LANCIATORI: Patrone (i) rl 6, bvc 3, bb 0, so 4, pgl 1; Quattrini (L) rl 0.1, bvc 2, bb 1, so 0, pgl 3; Cherubini (f) rl 1.2, bvc 2, bb 3, so 1, pgl 1; Da Silva (i) rl 6, bvc 3, bb 1, so 8, pgl 0; Bartolucci (r) rl 0.2, bvc 2, bb 1, so 0, pgl 3; Palanzo (W) rl 2.1, bvc 2, bb 0, so 2, pgl 0.
NOTE: doppi di Crociati, Tanesini, Imperiali, Suardi e Pantaleoni.

Altre notizie
Campionato Sammarinese

Tre Penne-San Giovanni 3-1

di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport
FOTO
Gli sport non motoristici in pista

Domenica 24 febbraio tornano a MWC gli Open Games

di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna