giovedì 17 ottobre 2019
menu
In foto: Domeniche a piedi: un’utile misura per prevenire che lo smog arrivi a livelli di guardia o un’inutile scocciatura, visto che a Rimini di allarmi particolari non ce ne sono mai stati? Sulla scia di diverse città del nord Italia, ieri dalla Regione è arrivata la proposta di istituire le domeniche a piedi in tutte le città emiliano-romagnole oltre i 50mila abitanti da domenica fino alla fine di marzo. La misura, che riguarderebbe anche zone esterne ai centri cittadini, fa discutere:
(foto tratta da "Repubblica")
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 22 gen 2002 11:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

l’Amministrazione Comunale riminese, che oggi discuterà della proposta in Giunta, ha fatto sapere che non si tirerebbe indietro, anche se si è riservata di valutare la cosa; domani, invece, in Regione ci sarà un incontro per definire i termini dell’iniziativa.
Intanto Andrea Polazzi è sceso per noi in strada a sentire il parere dei cittadini: tra i riminesi intervistati vince il partito dei favorevoli.

“Come provvedimenti di mitizzazione del fenomeno più che interventi simbolici come le domeniche senz’auto occorre mettere in cantiere una strategia complessiva di trasporto in mobilità a basso impatto ambientale”.
A parlare è Mauro Stambazzi, responsabile dell’Arpa di Rimini, che gestisce da alcuni anni quattro centraline di monitoraggio sulla qualità dell’aria. Abbiamo chiesto a Stambazzi qual è la situazione riminese.

“Era ora che anche la Regione si muovesse sul tema dell’inquinamento ambientale. Ma di lavoro da fare ce n’è ancora”. La proposta delle domeniche a piedi in tutte le città emiliano-romagnole sopra i 50mila abitanti fino alla fine di marzo trova il consenso del presidente regionale di Legambiente Luigi Rambelli, che però insiste sulla necessità di creare una vera politica ambientale, rivoluzionando i trasporti urbani.
Neppure Rimini, secondo Rambelli, è esente da rischi, data anche la sua natura di centro turistico. “Oltre al trasporto pubblico bisogna incentivare anche l’uso della bicicletta” prosegue Rambelli. Anche perché, parola dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, chi va in bici campa di più. Sentiamo il commento di Rambelli.

Tra le cause della permanenza nell’aria di polveri inquinanti c’è la scarsa piovosità di queste settimane. La siccità sta colpendo anche la Romagna, esentata fino al mese scorso. Deboli precipitazioni sono previste per giovedì. Sentiamo Andrea Selvini, previsore dell’Arpa di Bologna.

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna