Indietro
menu
l'iniziativa di Hera

50 kg di pile esauste in un mese e mezzo. 'Energia al Cubo' premia il super raccoglitore

In foto: la premiazione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 20 dic 2022 15:09 ~ ultimo agg. 17:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono oltre 11.000 i chilogrammi di pile esauste raccolte in provincia di Rimini, tra agosto e il 15 dicembre, con il progetto “Energia al Cubo” di Erion Energy, consorzio dedicato alla gestione sostenibile dei rifiuti di pile e accumulatori, in collaborazione con Hera. Come illustrato questa mattina all’auditorium della multiutility di via Del Terrapieno, gli oltre 300.000 cittadini del territorio sono stati chiamati a sfidarsi in un contest sostenibile a premi dal 2 novembre al 15 dicembre, per conferire la maggior quantità di pile. In 554 hanno preso parte alla competizione conferendo complessivamente oltre 2.000 chilogrammi di pile.

Sul podio Aldo Mario Canini di Rimini, con 50,6 chili: per lui un premio speciale, per gli altri chiavette usb, borracce e amplificatori per il telefono. Partita da Misano Adriatico in agosto, l’iniziativa è stata estesa poi dal mese di novembre a tutta la provincia e al progetto è stata associata una campagna d’informazione con la distribuzione in cinque mesi di oltre 11.000 box per la raccolta delle pile e di materiale informativo. Le pile, se correttamente riciclate, “possono rappresentare una fonte importante di materie prime critiche di cui l’Italia è carente”, ricorda la direttrice generale di Erion Energy Laura Castelli. Nel 2021 il tasso di raccolta delle batterie portatili in Italia è stato pari a circa il 30% dell’immesso sul mercato. “Ancora troppo lontano dai target richiesti dalla Comunità europea”, oltre il 70% entro il 31 dicembre 2030. Dunque occorre “incrementare la raccolta e, per farlo, abbiamo scelto di investire anche nella sensibilizzazione dei cittadini”.

Nei territori gestiti da Hera, sottolinea il direttore centrale Servizi ambientali e flotte Franco Fogacci, “nel 2021 abbiamo già superato, con il 73%, l’obiettivo di tasso di riciclo di imballaggi del 70% fissato per il 2030”. E la app il Rifiutologo aiuta i cittadini a differenziare correttamente con diverse funzionalità.