Indietro
martedì 24 maggio 2022
menu
Calcio a 5 A2 Femminile

Virtus, continua l'inseguimento alla prima vittoria al Flaminio dell'anno

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 19 feb 2022 15:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Virtus Romagna si prepara nuovamente ad una partita dal sapore casalingo, questa volta ospitando sul parquet del Flaminio il Top Five. Calcio d’inizio di domani (domenica), alle ore 16:00.

Una partita che le giocatrici romagnole vogliono assolutamente vincere, per continuare a rimanere salde in terza posizione e tornare a mettere il fiato sul collo del Pero secondo che affronta in trasferta la capolista in fuga Tombolo. Un’importante occasione, dunque, per tornare alla vittoria in casa che manca dal 2021 e per ritrovare un po’ di tranquillità che nelle ultime settimane è andata persa.

La Virtus, che all’andata aveva vinto con un tennistico 6-2 in casa delle torinesi, dovrà fare a meno di capitan Mencaccini nella sfida di domani. Un’assenza importante, che si inserisce in una fase delicata della stagione: «Se vogliamo continuare a rimanere in classifica nei primi posti – commenta coach Imbriani, dobbiamo assolutamente vincere, il nostro è un girone molto equilibrato».

Infatti, tolto il Tombolo che viaggia a vele spiegate con una sola sconfitta nel proprio ruolino di marcia, per altro inflitta proprio dalla Virtus alla seconda giornata, le altre squadre del girone A sono protagoniste di un campionato molto equilibrato. Nel giro di quattro punti sono presenti ben sette squadre, e si val dalla quarta posizione occupata dall’Arzachena alla terzultima del Bagnolo. Imbriani poi aggiunge, riflettendo sul pareggio di sabato scorso ottenuto al Flaminio contro il Cagliari: «Un risultato che non mi è piaciuto, non siamo riuscite a mantenere la concentrazione per tutta la gare e non abbiamo gestito il ritorno aggressivo delle avversarie dopo essere andate avanti sul 2-0».

Infine, conclude: «Dobbiamo capire che da qui in avanti non incontreremo mai squadre disposte a perdere e questi cali di tensione si pagano a caro prezzo: non possiamo permetterci certi errori e dobbiamo imparare a gestire gare lunghe, faticose, piene di momenti differenti. Se miglioriamo dal punto di vista della gestione mentale e fisica della gara, possiamo toglierci soddisfazioni importanti».

Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna