Indietro
menu
Difficile reperire profili

Turismo e servizi spingono le nuove assunzioni in provincia

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 9 ago 2021 14:20 ~ ultimo agg. 14:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Secondo l’analisi di Excelsior Informa diffusa dalla Camera di Commercio della Romagna, le assunzioni previste nelle province di Forlì-Cesena e Rimini per il periodo agosto-ottobre sono complessivamente 18.960, di cui 4.500 nel solo mese di agosto.

Per entrambe le province al primo posto in valore assoluto si confermano i Servizi di alloggio/ristorazione/turistici seguiti da Servizi alle persone, Commercio, Costruzioni e Servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone al quarto e quinto posto per Rimini mentre per Forlì-Cesena si registrano entrate di lavoratori nelle Industrie alimentari, delle bevande e del tabacco e Servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone, in quarta e quinta posizione.

Per la provincia di Rimini l’indagine rileva 2.390 entrate previste nel solo mese di agosto e 9.500 nel trimestre agosto-ottobre 2021, con una variazione sull’analogo trimestre del 2020 di +4.540 entrate previste. I contratti previsti per le entrate nel mese di agosto riguardano per il 96% lavoratori dipendenti (tempo determinato, indeterminato, apprendisti, altri alle dipendenze) con 2 punti percentuali in più rispetto al periodo precedente, il restante 4% lavoratori con forme contrattuali diverse (collaboratori, in somministrazione, altri non alle dipendenze).

Le entrate previste nei primi 5 settori di attività nel mese di agosto 2021 e nel trimestre fino a ottobre ammontano rispettivamente a: 1.250 e 3.800 per i servizi di alloggio e ristorazione e servizi turistici; 290 e 1.420 per i servizi alle persone; 220 e 1.110 per il commercio; 150 e 680 nelle costruzioni, 120 e 520 per i servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone.

Le previsioni di assunzioni per i giovani con meno di 30 anni riguardano il 30% dei casi (-7% rispetto al mese precedente che aveva registrato +7%), mentre il 6% delle entrate previste è destinato a personale laureato (quota stabile). L’8% delle assunzioni programmate riguarda dirigenti, specialisti e tecnici (percentuale costante ma lontana dalla quota nazionale di agosto del 15%).

In ben 36 casi su 100 (+1%) le imprese prevedono difficoltà a trovare i profili desiderati, specie nelle aree della produzione e della logistica.

Su base nazionale, gli ingressi previsti nel solo mese di agosto sono 257.000, di cui il 9,3% (23.900) in Emilia-Romagna. L’incidenza di Rimini e Forlì-Cesena, il 18,8% del dato regionale, si mantiene elevata nell’ambito del territorio regionale.