Indietro
menu
prevenzione e sicurezza

Incontro tra amministrazione, associazioni di categoria, consorzi e polizia locale: l'estate dei controlli

In foto: la sindaca Tosi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 12 lug 2021 16:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Incontro tra amministrazione, associazioni di categoria, consorzi e polizia locale: “Guardia alta sulle regole e le norme anti Covid per tutelare un’estate che sta dando grandi opportunità alla città”.

“Non si deve abbassare la guardia sulle regole e sulla prevenzione sanitaria, per questo motivo tutti dobbiamo fare la nostra parte, fare gioco di squadra e portare a casa un’estate ottima per i lavoratori e le imprese della comunità, oltre che per i cittadini e i turisti”. E’ con questo messaggio che l’amministrazione ha aperto oggi l’incontro con le associazioni di categoria e i consorzi, convocato per fare il punto sulle strategie di prevenzione e di sicurezza per le prossime settimane. Presenti nella sala del Consiglio comunale oltre al sindaco Renata Tosi e l’assessore alle Attività economiche, Elena Raffaelli, il comandante della polizia locale, Achille Zechini.

Rispetto delle regole, dunque, ma anche buona comunicazione, tutela dell’immagine di Riccione a partire dal rispetto delle regole, dei protocolli sanitari e della normativa vigente in materia in cui le imprese devono poter essere dalla stessa parte dell’amministrazione comunale e della polizia locale deputata ai controlli.

“I controlli amministrativi infatti sono una garanzia di sicurezza per i cittadini, gli operatori e i turisti – ha detto l’assessore Raffaelli – tanto che abbiamo emesso di recente un provvedimento di cessazione immediata di attività per un hotel, con la chiusura di attività fintanto non si fosse messo in regola, sulle norme Covid e non solo. I controlli sono scattati in base alle segnalazioni degli operatori circa una insensata e fuorviante comunicazione rivolta soprattutto ai più giovani che oltre ad essere diseducativa diventava dannosa per il buon nome di Riccione. Certe situazione devono trovare risposta in un’azione corale, pubblico e privato, operatori, amministrazione e polizia locale che rispondono con gioco di squadra. Penso che la nostra comunità sia consapevole e decisamente pronta a tale compito. Visto anche la grande opportunità di ripresa che ci sta regalando questa estate in fatto di presenze turistiche. Se si sbaglia o si dimenticano le regole è giusto intervenire per risolvere le irregolarità”.

Notizie correlate