Indietro
menu
2021: tariffe inalterate

Via libera in consiglio alle riduzioni Tari per 7.700 imprese riminesi

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 25 giu 2021 13:00 ~ ultimo agg. 13:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio Comunale ha dato il via libera con 18 voti favorevoli, 1 contrario e nove astenuti, alle modifiche al regolamento per la disciplina della Tari che permetterà riduzioni al tributo sui rifiuti pari a circa 5,3 milioni di euro per 7.770 imprese (il 68% delle utenze non domestiche).

Le riduzioni stabilite, legate alle chiusure dovute all’emergenza pandemica, andranno da un minimo del 10% fino all’esenzione totale per quelle attività che hanno subìto maggiori danni economici e costrette alle chiusure più prolungate. Nel dettaglio, le riduzioni saranno nell’ordine del 10% per gli stabilimenti balneari; 30% per le attività del settore commercio e terziario in genere; 40% per le strutture ricettive, ludiche e della ristorazione, per le scuole secondarie di secondo grado e di formazione, per le attività stagionali. Esenzione totale per teatri, cinema, impianti sportivi e palestre, fiere, centri congressi, sale da ballo, discoteche.

Posticipato anche il versamento della prima delle due rate al 30 settembre, mentre la seconda rata è fissata al 16 dicembre. A queste misure dedicate ai titolari di impresa, agli artigiani e agli esercenti, si aggiungono i circa 278 mila euro già stanziati a copertura del fondo per le riduzioni Tari per le categorie più deboli, che consentirà ad oltre 1.300 famiglie di accedere ad una riduzione pari al 90% sull’importo a debito TARI per l’anno 2021, scontato direttamente in bolletta.

Il Consiglio comunale ha approvato con 18 voti favorevoli, 9 contrari e zero astenuti anche le tariffe Tari per l’anno 2021. “Grazie al lavoro di analisi sui costi efficienti e al confronto con il gestore HERA e ATERSIR si è riusciti a mantenere inalterate le tariffe – aggiunge l’assessore al Bilancio Gian Luca Brasini – Questo anche a fronte di un incremento degli investimenti previsti nel piano economico finanziario”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione