Indietro
menu
In prefettura

Violenza di genere. Un protocollo per un'azione forte e condivisa

In foto: la firma in Prefettura
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 23 mar 2021 13:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta questa mattina in Prefettura a Rimini la firma del protocollo “per la prevenzione e il contrasto delle violenze nei confronti delle donne”. Rappresentanti di istituzioni, amministrazioni, forze dell’ordine e centri antiviolenza hanno sottoscritto un patto per dare ancora più forza alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere.

Un impegno articolato su più fronti per tutelare le donne, e che mira anche ad agire anche sugli aggressori, tramite un processo di rieducazione psicologico e terapeutico. Imprescindibile, inoltre, l’azione di prevenzione che aiuti anche a fare emergere abusi e violenze spesso taciuti dalle donne, impaurite dalle possibili conseguenze.

Il protocollo, coordinato dalla Prefettura, prevede l’istituzione di tavoli tematici in cui scambiarsi informazioni, contributi ed esperienze. L’accordo ha la durata di tre anni ed è rinnovabile tacitamente alla scadenza, con la possibilità anche per altri soggetti di sottoscriverlo.

E’ estremamente importante – ha dichiarato il prefetto Forlenzaproseguire nell’azione educativa intrapresa per affermare il rispetto pieno ed incondizionato della dignità delle donne e di tutte le persone, rimuovendo schemi e pregiudizi che ancora oggi persistono nella società attuale”.

I soggetti firmatari

Prefetto, Procuratore della Repubblica, Presidente del Tribunale, Presidente della Provincia, Vicesindaco Comune di Rimini (anche in qualità di Comune capofila del Distretto Socio-Sanitario Rimini Nord), Sindaco Comune di Cattolica (in qualità di ente capofila per le tematiche di contrasto alla violenza e in rappresentanza dei Comuni del Distretto di Riccione), Direttore Ufficio Esecuzione Penale Esterna, Direttore Casa Circondariale di Rimini, Direttore Azienda Unità Sanitaria Locale Romagna, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna – Ufficio VII – Ambito territoriale di Forlì-Cesena e Rimini, Questore, Comandante Provinciale Carabinieri, Consigliera di Parità Provincia di Rimini, Sindaci Comuni Distretto Sociosanitario Rimini Nord, Sindaci Comuni del Distretto di Riccione, Centro Antiviolenza del Comune di Rimini “Rompi Il Silenzio” e Centro Antiviolenza distrettuale di Riccione “CHIAMA ChiAMA”

Notizie correlate
di Redazione