Indietro
menu
furto alle befane

Vanno al supermercato e rubano dei vestiti indossandoli: arrestati all'uscita

In foto: Repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 18 feb 2021 14:51 ~ ultimo agg. 19 feb 08:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stata la security del supermercato all’interno delle “Befane” ad accorgersi che tre nordafricani stavano rubando delle merce. Così, hanno subito richiesto l’intervento della polizia, che ha inviato sul posto una Volante. Gli agenti li hanno attesi all’esterno e arrestati (uno di loro è stato solo denunciato) con ancora indosso i capi rubati.

E pensare che i tre marocchini erano quasi riusciti nel loro intento. Ieri (mercoledì), intorno alle 16.30, sono entrati all’Ipermercato Conad e si sono messi a girare tra le corsie. Il loro modo di fare ha insospettito fin da subito il personale addetto alla sorveglianza, che ha deciso di non perderli di vista e con discrezione ne ha seguito i movimenti. Uno dei tre veniva visto mentre nascondeva due paia di jeans e un paio di scarpe sotto la propria giacca, per poi togliersi le scarpe che indossava, infilarle nelle zaino e calzare le nuove, non prima di aver staccato l’antitaccheggio.

Stessa tecnica utilizzata dall’amico, che prelevava un giubbotto nuovo e lo indossava sopra al suo. Intanto il terzo complice faceva loro da palo. I tre nordafricani, per nascondere meglio il furto, si sono diretti alle casse per pagare regolarmente delle bottiglie di birra e una confezione di brioches, riuscendo in questo modo ad eludere i controlli all’uscita e a non far scattare l’allarme.

I ladri, però, non avevano fatti i conti con gli addetti alla security e, soprattutto, con i poliziotti che li attendevano al di là delle casse. Vistisi scoperti, hanno consegnato spontaneamente la merce, del valore complessivo di 460 euro, e si sono fatti identificare. Due di loro, con a carico numerosi precedenti, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso, mentre il terzo è stato denunciato per aver aiutato i connazionali ne loro piano.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi