Indietro
menu
Guardie Ecozoofile

Rifiuti smaltiti irregolarmente. A San Clemente controlli e sanzioni

In foto: cassonetti a San Clemente
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 24 lug 2020 09:30 ~ ultimo agg. 09:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dal 15 febbraio al 28 febbraio e dal 5 maggio al 9 luglio a San Clemente per il mancato rispetto delle norme sullo smaltimento dei rifiuti urbani e tenuta dei cani sono state emessi 13 verbali per violazioni in materia ambientale (Regolamento ATERSIR) con relativa sanzione di 104 euro e 1 verbale zoofilo per mancata osservazione dell’Ordinanza Sindacale n.15/2012 con relativa sanzione di 100 euro.

“La maggioranza dei cittadini comprende e rispetta le norme – spiega il sindaco Mirna Cecchini Cecchini – e pertanto si preoccupa di provvedere alla diversificazione e allo smaltimento senza incorrere in violazioni e sanzioni pecuniarie. Tuttavia gli episodi d’inciviltà, e conseguente danno all’intera collettività, risultano in crescita: questi comportamenti non possono essere taciuti e tollerati”.

La convenzione sottoscritta dall’Amministrazione comunale con le Guardie Eco-Zoofile di Accademia Kronos Rimini ha subito un inevitabile stop, correlato all’emergenza sanitaria da Covid-19, nei mesi di marzo e aprile e i controlli sono ripresi a partire dal 5 maggio. “Le Guardie Eco-Zoofile svolgono un compito delicato e importante, ovvero sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso percorsi informativi e di vero e proprio insegnamento circa la corretta procedura da adottare nello smaltimento dei rifiuti urbani sulle base delle varie classificazioni differenziate.

Purtroppo in diversi casi l’invito a mantenere comportamenti consoni alle disposizioni non trova ascolto e viene ignorato platealmente. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: sacchi dell’immondizia abbandonati vicino ai cassonetti e oggetti buttati alla rinfusa, come se la strada fosse una discarica a cielo aperto. Da qui l’accertamento dei fatti, il verbale di contestazione e la successiva sanzione amministrativa (multa) nei confronti dei trasgressori. Oltre ad intervenire in materia di rifiuti, le Guardie svolgono un’attività parallela, non meno importante, a tutela del patrimonio verde pubblico e nei confronti dei possessori di cani che disattendono le regole fondamentali: tenuta al guinzaglio degli animali e assenza dei sacchetti igienici necessari alla raccolta delle deiezioni.

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO
di Redazione   
di Redazione