Indietro
menu
Controlli anche su commercio

In giro senza motivo ed è pure latitante. Fermato dalle Fiamme Gialle

In foto: i controlli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 20 mar 2020 12:16 ~ ultimo agg. 18:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche il Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha subito assicurato il proprio supporto all’attuazione delle misure di contenimento del contagio.
Sono stati effettuati controlli sull’osservanza delle chiusure degli esercizi commerciali, degli obblighi di permanenza presso i domicili, dei movimenti di persone, dei divieti di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico, ma anche controlli contro eventuali pratiche anticoncorrenziali degli accaparramenti o manovre speculative.

Diverse le attività commerciali sottoposte a controllo per la verifica del rispetto delle prescrizioni introdotte dal DPCM, e in tre casi sono state accertate irregolarità di vario tipo: la pratica di tipologie di  attività attualmente non consentite, il mancato rispetto o la mancata comunicazione delle misure di sicurezza previste. Sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Rimini, i titolari di un minimarket e di un negozio di apparecchiatura audio e video con sede a Rimini, mentre è stato segnalato alla Prefettura, per l’adozione del provvedimento della sospensione della licenza commerciale il titolare di un altro negozio audio-video.

Quanto al controllo sugli spostamenti le pattuglie della Guardia di Finanza hanno acquisito 154 autocertificazioni e denunciato, per violazione all’articolo 650 del codice penale, 11 persone che, senza validi motivi, si erano allontanate dal proprio domicilio.
Proprio nell’ambito di questi controlli, una pattuglia ha intercettato a Viserba, due cittadini della Repubblica Ceca che passeggiavano a piedi, uno dei quali è risultato gravato da un mandato d’arresto europeo per un furto commesso nel proprio Paese d’origine. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato condotto presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Entrambi i soggetti sono stati, inoltre, denunciati a piede libero per aver violato il divieto di allontanamento – senza giustificato motivo – dal proprio domicilio.

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO
di Redazione