Indietro
menu
domande entro il 6 aprile

Arriva il bando per il chiosco nel parco della Resistenza

In foto: Il parco della resistenza
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 11 mar 2020 17:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ stato pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse per individuare soggetti interessati all’affidamento in concessione per 5 anni di un chiosco di proprietà comunale all’interno del parco della Resistenza, con servizio di somministrazione di alimenti e bevande.

Si tratta di un’assegnazione in concessione di chiosco di nuova fabbricazione della superficie complessiva di circa 25 mq (da adibire esclusivamente a bar, con apertura quotidiana, con eventuale riposo settimanale, non coincidente con le giornate di sabato, domenica e festivi). La struttura sarà anche dotata di bagno pubblico.

Tutti i particolari di costruzione sono consultabili sul sito del comune di Riccione. L’affidamento avverrà con aggiudicazione sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e la concessione avrà una durata di 5 anni dalla data del verbale di consegna. Le manifestazioni di interesse a partecipare alla valutazione comparativa in oggetto dovranno essere presentate entro e non oltre il giorno 6 APRILE 2020 alle ore 13.

La creazione di questo gazebo, punto ristoro e punto di incontro al parco della Resistenza – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici, Lea Ermetinasce proprio dall’esigenza di dare dei servizi in più ai cittadini e alle famiglie che quotidianamente frequentano una delle più belle aree verdi di Riccione. L’idea è quello di farlo diventare un punto di ritrovo, con servizi adeguati anche per i disabili e per tutti quelli che vogliono godersi un momento di relax all’aria aperta”.

Notizie correlate
Le previsioni di Roberto Nanni

Nuova perturbazione nel fine settimana

di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO
Le previsioni di Roberto Nanni

Lunedì uggioso poi nuova stabilità

di Redazione