Indietro
menu
Marcello si dimette

Terremoto in Forza Italia. Marcello lascia il ruolo di vice commissario

In foto: Nicola Marcello
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 29 feb 2020 23:45 ~ ultimo agg. 23:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Marcello si dimette dal ruolo di vice commissario regionale di Forza Italia. Una scelta maturata già da tempo (dopo le politiche 2018) e, spiega, non più procrastinabile. Proprio Marcello alle recenti Regionali con 2413 preferenze è stato il candidato più votato degli azzurri in tutta l’Emilia Romagna. “Il mio percorso, purtroppo, all’interno di “questa” Forza Italia finisce oggi pur consapevole di lasciare persone speciali, stupende e di pregevole valore umano” scrive Marcello nella lettera inviata al commissario regionale Adriano Paroli. “Spero – conclude – che questa mia scelta possa servire da stimolo a che Forza Italia torni a crescere in termini di voti, valori e di rappresentanza nelle istituzioni e nella società” .

La lettera di Nicola Marcello al commissario regionale di Forza Italia Adriano Paroli

Gentilissimo Adriano ,
ti ringrazio per la fiducia accordatami e per il sostegno encomiabile che mi hai dato nel corso della campagna elettorale delle Elezioni Regionali del 26 gennaio scorso che mi hanno permesso di essere con 2413 preferenze il più votato della lista Forza Italia nella Regione Emilia Romagna.
Tale risultato ha anche fatto si che nella provincia di Rimini il Partito prendesse oltre il 4 per cento a dispetto di una media Regionale del 2,56 per cento .
Mi dispiace lasciare ogni incarico dal Partito proprio con te, temporaneamente a capo, ma tale decisione, per me, non è più procrastinabile.
L’avevo maturata già all’indomani delle elezioni politiche del marzo 2018 nonostante fossi stato il responsabile della campagna elettorale di Forza Italia da Cesena fino a tutta la Provincia di Rimini, organizzando eventi, incontri ed una memorabile serata di “ chiusura di campagna elettorale ” per On.li Bernini , Barboni e Bignami e Vietina a Rimini con oltre 500 persone di cui oltre i 2/3 miei invitati .
Mentre i “vili” se non candidati lasciano il Partito o remano contro in campagna elettorale, io feci tutto con passione , impegno ed abnegazione organizzativa per accompagnare in giro candidati non del luogo, alcuni non tesserati ed alcuni pure disinteressati. Il tutto era frutto delle “scellerate” scelte del Regionale ribadite all’ultimo momento e senza conoscere la realtà dal Nazionale.
Fortuna che la Sen. Bernini evitò, pare in extremis , la candidatura di capolista nel proporzionale al Senato nella Romagna di qualcuno che oggi alle Regionali ha preso meno di trecento voti.
Dopo le elezioni, nel marzo 2018 , visti i torti subiti , chiesi di lasciare il Partito e fu solo l’ On. Galeazzo Bignami che, conoscevo da soli 40 giorni , a convincermi di rimanere con la promessa di cominciare un nuovo percorso politico al suo fianco in Forza Italia esaltando ogni giorno le mie capacità umane, politiche ed organizzative , di cui prima di lui, solo gli elettori si erano accorti.
A tal riguardo segnalo che sono stato tra tutti i Partiti il più votato nelle elezioni Comunali a Rimini del 2011 con 1139 preferenze nel Pdl e con 1237 nel 2016 in una FI ormai senza nessuno. Per la cronaca lo ero stato anche nei Quartieri nel 2001 e nel 2006 senza nemmeno la presunzione e la velleità di incarichi particolari o candidature alle elezioni comunali e provinciali successive, in quanto, ho sempre inteso il far politica a qualunque livello ( dalle Circoscrizioni all’Europarlamento) come “ l’arte suprema ” per stare tra la gente e fare qualcosa di utile per la società e le future generazioni e non come un mezzo per mettersi in mostra o ottenere qualcosa per se o propri amici .
Con il mio ultimo impegno e risultato alle regionali ho evitato il “cappotto” di Forza Italia nel Consiglio Regionale contribuendo in modo significativo a fare diventare Consigliere Regionale l’amica Valentina Castaldini di Bologna con cui mi lega un rapporto affettivo oltreché politico .
Ho organizzato dal 2015 ad oggi il 95 per cento degli incontri del Partito trovando sedi , persone , relatori e bandiere anche quando non ero io il candidato .
Il mio percorso, purtroppo, all’interno di “questa” Forza Italia finisce oggi pur consapevole di lasciare persone speciali, stupende e di pregevole valore umano.
Ringrazio i parlamentari Bernini, Barboni, il “Grande” On. Europarlamentare Massimiliano Salini, gli ex Consiglieri Regionale Marco Lombardi e Luca Bartolini, l’attuale Commissario Provinciale Giulio Mignani, la Coordinatrice Regionale Seniores Gabriella Pezzuto, il Sindaco di Bellaria Filippo Giorgetti, il dott. Paolo Scozzafava e tutti gli iscritti e simpatizzanti della provincia di Rimini e della Romagna intera con cui ho condiviso esperienze indimenticabili e che mi porterò sempre nel cuore.
Spero che questa mia scelta possa servire da stimolo a che Forza Italia torni a crescere in termini di voti, valori e di rappresentanza nelle istituzioni e nella società.
Sarò sempre in debito con te, con stima ed affetto ,
Nicola Marcello