venerdì 13 dicembre 2019
menu
Basket B

RBR Albergatore Pro-Aurora Jesi 84-85: "Il bicchiere mezzo pieno"

In foto: Luca Bedetti (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mar 22 ott 2019 00:59
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Print Friendly, PDF & Email

Le partite si vincono in difesa, ma si portano a casa in attacco. Come tutti sapete benissimo perché lo conferma la statistica di Rimini: se non segni più di 65 punti ne vinci, ad esagerare, una all’anno, infine devi tenere conto che durano 40 minuti effettivi e te li devi giocare tutti.

Con questo presupposto possiamo già concludere che in una settimana abbiamo fatto indigestione di sgradevoli cause perse, o quasi.

I nostri sono bravi a correre e se lo fanno si mangiano chi vogliono, così come quando fanno circolare la palla con lucidità, ma se la palla smette di andare dentro si va a corrente alternata come domenica, o si spegne del tutto la luce come mercoledì. A quel punto salta tutto l’impianto difensivo e buonanotte suonatori con due gare tostissime davanti ed una trasferta insidiosissima a Teramo, in infrasettimanale.

Mercoledì scorso travolti da un’avversaria molto solida ma largamente alla portata di RBR e domenica sera omaggiando un’altra avversaria di prima grandezza che senza metterci del nostro non avrebbe vinto nemmeno a briscola. Non è un problema d’orario (le 20:30 in entrambi i casi) perché domenica scorsa nell’orario canonico delle 18:00 abbiamo smesso di giocare sul +22 resuscitando gli anconetani che avevano già un piede sotto la doccia, buon per noi che il margine c’era e l’abbiamo chiusa a nostro favore.

Per la cronaca a Cesena abbiamo giocato solo fino al 24-23 per “loro” e domenica abbiamo spento la luce definitivamente sul +10 a 3:10 dalla fine dopo aver toccato il +13.

Come sapete quando si perde lo si fa tutti insieme ed a Cesena è stato davvero così, quindi Bicchiere del mercoledì totalmente vuoto per tutti. Domenica sarebbe stato molto diverso quindi un po’ di voti sono costretto ad esprimerli, naturalmente sempre opinione personale ampiamente condizionata dall’affetto smisurato per i nostri ragazzi.

#0 Alessandro Vandi: non entrato.

#5 Nicola Bianchi: 9 minuti in campo per 3 punti con 1/2 da 3 punti e 1 rimbalzo. Valutazione Lega 3. Il nostro difensore più efficace fa subito padella concedendo la linea di fondo poi ci illude con la prima tripla nel deserto delle successive, a successivo errore finisce in panca. Bicchiere “vuoto”.

#6 Luca Pesaresi: 19 minuti in campo per 3 punti senza centrare il bersaglio dal campo, 3/4 ai tiri liberi con 2 rimbalzi e 4 assist. Valutazione Lega 6 gioca quasi sempre da playmaker alternandosi con Rivali senza mai incidere pur servendo buoni assist Bicchiere “mezzo vuoto” perché ci servono i suoi tiri micidiali.

#7 Nicolò Moffa: 24 minuti in campo per 9 punti con 3/4 da 2 punti ma 1/6 da 3 punti, senza liberi, 5 rimbalzi e 3 perse. Valutazione Lega 2. Polveri bagnate dalla lunga distanza gli tagliano le gambe, si sbatte in difesa, ma Bicchiere “mezzo vuoto” perché abbiamo perso.

#8 Yuri Ramilli: 5 minuti in campo per 2 punti senza centrare il bersaglio dal campo, 2/2 ai liberi, 1 rimbalzo, 1 recupero e 1 assist. Valutazione Lega 6. Un fattore determinante nel contenere l’avvio arrembante degli avversari, davvero bene nei pochi muniti a disposizione e meriterebbe Bicchiere “mezzo pieno” ma solo se avessimo vinto, perdendo se lo è bevuto.

#0 Alessandro Chiari: non entrato.

#10 Eugenio Rivali: 27 minuti in campo per 6 punti con 3/5 da 2 punti oltre a 0/2 da 3 punti, senza tiri liberi, 4 rimbalzi, 1 persa, 1 recupero e 5 assist. Valutazione Lega 9. Rifiuta spesso di prendere il tiro, secondo me quando dovrebbe, per cercare qualcosa di meglio, sembrerebbe una statistica accettabile ma la valutazione lega parla da sola Bicchiere “mezzo” anche se avessimo vinto.

#11 Luca Bedetti: 27 minuti in campo per 22 punti con 9/12 da 2 punti e 1/2 da 3 punti oltre a 1/3 ai tiri liberi. Cattura 5 rimbalzi con 2 perse e 2 recuperi. Valutazione Lega 20. Si carica in spalla compagni, campo e canestri. Fa tutto quello che vuole risultando incontenibile e nel finale si mangia un tiro in contropiede che ci avrebbe fatto vincere la partita. Meriterebbe Bicchiere “tutto pieno” ma anche no perché ricorderemo solo quell’errore dimenticandoci che la stava vincendo lui.

#14 Francesco Bedetti: 23 minuti in campo per 17 punti (13 all’inizio) con 5/9 da 2 punti e 1/2 da 3 punti, 4/7 ai tiri liberi. 6 rimbalzi, 3 perse, 1 recupero, 1 assist e 4 falli subiti. Valutazione Lega 14. Letta così sarebbe una bella gara, specialmente perché senza di lui avremmo potuto affogare già nel primo tempo. Poi perde completamente lucidità e ne combina di cotte e di crude con più di una ciliegina (avvelenata) sulla torta. Bicchiere “vuoto”.

#15 Tommaso Rinaldi: 20 minuti in campo per 6 punti con 3/6 da 2 punti e 0/2 da 3 punti, 0/2 ai tiri liberi. Cattura 6 rimbalzi, poi 2 perse, 1 recupero e serve 2 assist. Valutazione Lega 5. Non riesce ad esser protagonista per quasi tutta la gara, la squadra gira meglio senza di lui e poi resta in panca quasi tutto il finale quando, secondo me, avrebbe potuto essere decisivo. Bicchiere “vuoto”.

#18 Giorgio Broglia: 20 minuti in campo per 7 punti con 3/3 da 2 punti, 0/1 da 3 punti, 1/2 ai tiri liberi,3 rimbalzi e 1 persa. Valutazione Lega 5. Prestazione poco entusiasmante, non si avverte il suo peso in campo. Ci fa sognare mettendo due punti diamantati nel finale seguiti da una palla in tribuna degli avversari ma niente di più. Bicchiere “vuoto”.

#35 Matteo Ambrosin: 26 minuti in campo per 9 punti con 3/3 da 2 punti, 0/3 da 3 punti, 3/5 ai tiri liberi, 4 rimbalzi, 1 recupero, 1 assist e 6 falli subiti. Valutazione Lega 14. In una partita vinta celebreremmo una bella prestazione macchiata solo dalla lunga distanza dove è stato sfidato al tiro allineandosi alla scarsa vena dei compagni. Meriterebbe Bicchiere “mezzo pieno” ma se lo è bevuto anche lui perché abbiamo perso.

Massimo Bernardi (Middleton, Brugé): il differenziale 87 a 89 nella valutazione Lega si allinea al risultato. A Cesena ne ha provate parecchie evidentemente senza farsi capire, ieri è stato meglio compreso dai suoi, ma tra il pubblico abbiamo fatto molta fatica a capire certe sue scelte che sono e devono essere le sue. Bicchiere “mezzo vuoto” anche se avesse vinto perché l’andamento a corrente alternata ci preoccupa davvero tanto. Ottenere 84 punti tirando col 17% da 3 ed il 56% ai liberi non è cosa da poco e va sottolineato, ma gettarla alle ortiche così è stata dura.

Daniele Bacchi

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna