lunedì 14 ottobre 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 9 ott 2019 16:01 ~ ultimo agg. 10 ott 12:37
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Cartellino azzurro

alle nostre ragazze impegnate nei campionati di pallavolo e basket. Un applauso alle pallavoliste dell’Omag San Giovanni in Marignano che hanno iniziato benissimo il campionato di A2 sbancando il parquet di Sassuolo.

Più sfortunate le ragazze della palla a spicchi (l’Happy Basket Rimini) che si sono arrese solo a fil di sirena a Castel San Pietro (69-68). Le ragazze di coach Rossi erano al debutto nel campionato di serie B ed è stato un vero peccato non aver potuto brindare alla vittoria.

Ma al di là dei tre punti, quello che conta è aver avuto sul campo la certezza che sia nella pallavolo sia nel basket, Rimini e provincia siano ottimamente rappresentate.

Cartellino rosso

alla preoccupante inversione di marcia del Rimini di mister Cioffi. Era partito col piede giusto vincendo la prima con l’Imola, che poi per la verità si è dimostrato poca cosa, e pareggiato la seconda a Salò. Poi due sconfitte esterne con Vicenza e Carpi, un pari interno col Gubbio e altre due sconfitte, una esterna a Modena e quella recente, velenosa interna, con la Vecomp Verona.

In totale otto partite che hanno fruttato sei punti. Logico che sia subito squillato il campanello d’allarme. Molti, giustamente, confrontando l’andamento dello scorso anno, hanno trovato molti punti in comune con quell’inizio.

La mancanza di risultati ha subito avviato la giostra sulla conferma di mister Cioffi e su quando durerà il suo mandato. La società ha subito ufficializzato, con un comunicato, che il mister non si tocca. Ma chi ci crede? Vista l’esperienza passata che fruttò l’incredibile avvicendarsi sulla panchina biancorossa di ben cinque allenatori, chi sarebbe disposto a mettere una mano sul fuoco sulla continuità del tecnico irpino? Di Muzio Scevola riminesi, crediamo, ce ne siano ben pochi.

Al di là di tutto, quello che conta è il campo e il terreno di gioco dice che il Rimini in due settimane ha Fano fuori e il derby col Cesena al “Neri”. Due partite che probabilmente fungeranno da spartiacque: se si faranno punti,
il Rimini entrerà in una fase di maggiore serenità. Se continuerà a buscarle, scivolerà nell’inferno dello scorso anno, con tutti gli annessi e connessi.

Beppe Autuori

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna