sabato 24 agosto 2019
menu
In foto: Il saluto iniziale
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti Visualizzazioni 11.595 visite
dom 4 ago 2019 11:24 ~ ultimo agg. 5 ago 21:39
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min Visualizzazioni 11.595
Print Friendly, PDF & Email

RIMINI-CESENA 1-2

COMMENTO
Il primo duello tra Rimini e Cesena va ai bianconeri, che possono beneficiare dei vantaggi dovuti ad una preparazione iniziata prima e con una squadra già quasi al completo, a differenza di quella biancorossa che è ancora un cantiere aperto. Decisivi due errori del giocatore biancorosso che forse il derby lo sente più di tutti: Francesco Scotti che lo scudetto del Rimini se l’è tatuato sul cuore. Cose che capitano anche ai migliori. E il suo chiedere scusa ai tifosi dopo lo 0-2 e la scelta di presentarsi in sala stampa a fine partita senza accampare scuse testimoniano il suo essere un numero uno anche fuori dal campo. Del resto è meglio sbagliare adesso che quando il risultato conterà di più. I ragazzi di Cioffi sono partiti contratti, si sono ritrovati sotto di due reti dopo 18 minuti, ma non hanno mollato mai. E nella ripresa, pur concedendo diverse occasioni agli avversari, hanno mostrato carattere e chiuso la gara in crescendo nonostante il ritardo di condizione. Segnali positivi in vista del campionato più che della partita di domenica prossima in casa della Vis Pesaro. Così com’è piaciuto quell’abbraccio iniziale che fa capire che la truppa biancorossa (al di là delle porte scorrevoli di questo periodo) vuole essere squadra vera.

IL TABELLINO
RIMINI: 1 Scotti, 2 Picascia, 4 Boccacini (34′ st 23 Silvestro), 6 Van Ransbeeck (36′ st 14 Cigliano), 7 V. Nava, 9 Zamparo, 10 Candido, 11 Mancini (34′ pt 18 Petrovic), 17 Arlotti (1′ st 27 Bellante), 21 Palma, 25 Scappi. A disp.: 12 Santopadre, 22 G. Nava, 13 Magi, 16 Angelini, 26 Pari, 30 Santarini. All. Cioffi.

CESENA: 1 Agliardi, 2 Sabato, 3 Valeri (9′ st 19 Borello), 4 Valencia, 5 Brignani, 6 Ricci (21′ st 13 Maddaloni), 7 Franchini (21′ st 15 Cappellini), 8 De Feudis (9′ st 16 Rosaia), 9 Butic (21′ st 20 Sarao), 10 Russini, 11 Cortesi. A disp.: 12 Olivieri, 14 Brunetti, 17 Campagna, 18 El Bouhali, 21 Zammarchi, 23 Pantaleoni, 24 Bernardi. All. Modesto.

ARBITRO:  Luca Zucchetti di Foligno.
ASSISTENTI: Andrea Bianchini e Antonio D’Angelo, entrambi di Perugia.

RETI: 4′ pt Butic, 18′ pt De Feudis, 41′ st Petrovic.

AMMONITI: Mancini, Van Ransbeeck, Butic, Valencia, Russini.

NOTE. Spettatori: 3.633. Corner: 3-3. Recupero: pt 1′, st 4′.

CRONACA E COMMENTO
La prima gara ufficiale della stagione 2019/2020 propone già la sfida più sentita. È Rimini-Cesena al “Romeo Neri”, per il primo turno della fase eliminatoria della Coppa Italia di Serie C. Sarà anche il debutto sulla panchina biancorossa del tecnico Cioffi, scelto per inaugurare il nuovo corso Grassi-Nicastro. In casa Rimini assenti l’acciaccato Ferrani, Gerardi (ancora indietro di condizione), Ventola e Finizio, per i quali non sono arrivati i transfer dalla Lega.

Sugli spalti il pubblico delle grandi occasioni: oltre 3mila i presenti, con file al botteghino dello stadio anche questa mattina. Rimini in tenuta blu, Cesena in bianco.

La cronaca. Locali subito sotto: 4′ di gioco, Scotti si fa intercettare il rinvio da Cortesi, la sfera arriva sui piedi di Butic, che con una rasoiata a fil di palo porta in vantaggio il Cesena. Gara in salita per i biancorossi.
La reazione dei padroni di casa è blanda: al 12′ la percussione centrale di Candido viene fermata da Sabato.
Al 14′ Mancini si inserisce tra Valencia e Brignani, che lo fermano in qualche modo. Timide proteste del pubblico riminese, che reclama il rigore. L’arbitro lascia proseguire.
Al 18′ Valencia slalomeggia in mezzo ai biancorossi, Russini taglia il campo in orizzontale, il contrasto con Van Ransbeeck fa pervenire il pallone a De Feudis, che lascia partire un tiro non irresistibile che inganna Scotti. 0-2. Il numero 1 biancorosso chiede scusa ai tifosi biancorossi per l’errore di valutazione.
Al 19′ Boccaccini per Mancini, Arlotti buca il traversone basso, la sfera arriva sui piedi di Picascia, che chiama alla parata di piede Agliardi. È la prima vera occasione per il Rimini.
Al 24′ Candido in verticale per Zamparo, che ruba il tempo a Briganti, ma non ha spazio per superare Agliardi, che devia in corner.
Al 29′ Valencia recupera con vigore un pallone e serve Russini, che scaraventa in rete, ma il numero 10 bianconero era in fuorigioco e l’arbitro annulla.
Al 32′ punizione battuta da Valeri, Butic devia a fondo campo.
Al 34′ il primo giallo della gara è per il Rimini: lo becca Mancini per un fallo su Russini.
Al 35′ primo cambio per i padroni di casa: esce Mancini per Petrovic. Dopo un minuto altra ammonizione, questa volta guadagnata per Van Ransbeeck per un fallo su Cortesi sulla mediana.
Al 43′ cross di Candido dall’out di destra, Arlotti frana a terra nel contatto con Franchini, si prosegue.
Al 44′ il Cesena ancora in attacco con Butic, ma il suo tiro viene respinto da Scotti.
Un minuto di recupero non cambia le carte in tavola, 0-2 per il Cesena all’intervallo.

Inizia la ripresa con, nelle fila biancorosse, Bellante al posto di Arlotti.
Dopo poco più di un minuto il neo entrato si presenta al tiro, ma la sua conclusione non impensierisce Agliardi.
Al 3′ pallone filtrante di Van Ransbeeck per Petrovic, che di sinistro calcia a lato.
All’8′ minuto la punizione di Cortesi sorvola la traversa.
Al 12′ sull’incursione da sinistra di Russini è determinante la chiusura di Scappi.
Sul conseguente tiro dalla bandierina, Butic sul secondo palo impatta male di testa, la sfera finisce a fondo campo.
Al quarto d’ora Ricci per Franchini, il cui cross è un invito a nozze per Russini, che dal dischetto alza la mira.
Dopo un minuto Rosaia si sistema il pallone sul piede destro, ma il suo tiro finisce fuori.
Al 18′ Bellante può involarsi verso la porta di Agliardi, la sua conclusione sul primo palo coglie l’esterno della rete.
Al 23′ il tiro di Palma finisce a lato.
Al 27′ il tentativo di Petrovic è intercettato da Maddaloni.
Al 36′ la conclusione di Russini viene intercettata Scotti, Scappi completa il salvataggio.
Al 39′ ancora Cesena pericoloso: Borello salta Picascia e calcia, Scotti ribatte, poi Palma si rifugia in angolo.
Al 41′ il Rimini accorcia le distanze: la punizione di Picascia trova la volée vincente di Petrovic. È suo il primo gol stagionale al “Romeo Neri” dei biancorossi.

I ragazzi di Cioffi credono nella rimonta: al 48′ il tocco di testa di Candido sul cross di Palma mette fuori causa Zamparo e Bellante, che non riescono ad arrivare sul pallone.
L’ultima occasione è dei bianconeri: Rosaia in contropiede serve Borello, che da due passi spara addosso a Scotti.
Vince il Cesena 2-1. Domenica prossima il Rimini andrà a far visita alla Vis Pesaro per la seconda gara del girone eliminatorio di Coppa Italia, ma prima, mercoledì sera l’amichevole in casa del Verucchio (calcio d’inizio alle ore 20:30).

Uno speciale su Rimini-Cesena sarà trasmesso su Icaro TV (canale 91) e icaro.tv lunedì alle 13:10, 17:40, 20:55 e 23:30.

IL DOPOGARA

Chiara Ronca

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Icaro Sport   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna