martedì 17 settembre 2019
menu
In foto: L'incontro tra Confcommercio e Polizia Locale
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 23 ago 2019 14:31 ~ ultimo agg. 19:31
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il contrasto all’abuso di alcol e l’abusivismo nelle sue molteplici forme sono stati al centro dell’incontro che si è tenuto nell’Auditorium di Confcommercio della provincia di Rimini tra gli imprenditori di pubblici esercizi e locali di intrattenimento, l’assessore alla Sicurezza e Legalità e Attività economiche Jamil Sadegholvaad, il comandante della Polizia locale di Rimini, Andrea Rossi e la direttrice dell’U.O. Servizi territoriali, Letizia Orioli.

Un focus sullo stato dell’arte con il presidente provinciale di Confcommercio, Gianni Indino, il presidente provinciale di FIPE, Gaetano Callà e gli operatori del settore somministrazione di alimenti e bevande sul contrasto alla vendita di alcol ai minorenni e fuori orario, con particolare riferimento ai minimarket. Il comandante Rossi e la dottoressa Orioli hanno sottolineato come i controlli a contrasto dell’abuso di alcol siano tra i temi più importanti dell’attività della polizia locale riminese. L’abuso di alcol, oltre ai danni per la salute in particolare per i minori, rischia di scatenare problemi ulteriori legati anche all’ordine pubblico, con notevoli conseguenze. Dal 2017, la polizia locale sanziona i trasgressori delle norme sulla vendita di alcol ai minori o fuori orario con aggiunta a quelle pecuniarie le sanzioni accessorie, ovvero la chiusura dell’attività.

L’impianto sanzionatorio che supera la sanzione pecuniaria, unito alla capillarità dei controlli (già 590 quelli effettuati dall’inizio di quest’anno) hanno permesso di passare dai 117 verbali del 2017 ai 71 del 2018, fino ai 50 di questa parte del 2019. Ad agosto è stato potenziato il servizio notturno con servizi dedicati al contrasto alla vendita di alcolici ai minori e fuori orario, più auto civetta e controlli in abiti civili.

“Ci siamo impegnati per dotare la nostra polizia locale di strumenti normativi per contrastare efficacemente questo problema – ha detto l’assessore Sadegholvaad – e siamo sempre disponibili ad ascoltare suggerimenti e segnalazioni da parte degli imprenditori del territorio che abbiano come obiettivo un maggiore rispetto delle regole e del decoro della nostra città. Anche le ultime ordinanze in ordine di tempo legate all’abuso di alcol in alcune zone del centro storico vanno in questa direzione e siamo pronti a vagliare la possibilità di mettere in campo altre misure”.

“La polizia locale affronta queste problematiche sempre in prima linea e a queste donne e questi uomini deve andare il ringraziamento dell’intera comunità – ha detto il presidente di Confcommercio, Gianni Indino -. Con le nostre attività siamo le sentinelle del territorio e non ci sottraiamo a questo compito, stando al fianco delle forze dell’ordine anche con questi incontri conoscitivi e informativi che ci permettono di capire meglio il valore del loro lavoro”.

“Un incontro interessante – chiosa il presidente provinciale di FIPE, Gaetano Callà – in cui a fianco del tema principale, abbiamo approfondito altri temi importanti che incidono negativamente con il nostro settore come la somministrazione di pasti da parte degli artigiani, le feste sui terreni agricoli e il proliferare di street food a corredo se non protagonista di ogni manifestazione ed evento. Molto è stato fatto, ma molto ancora c’è da fare”.

Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna