lunedì 16 settembre 2019
menu
In foto: Palio del Daino, foto Serena Galvani
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 19 ago 2019 13:00 ~ ultimo agg. 13:06
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Aiutata anche dal bel tempo, la trentaduesima edizione del Palio del Daino di Mondaino si è chiusa ieri con oltre 25 mila presenze. Tanti i turisti, anche stranieri, provenienti dalle località del litorale che hanno deciso di passare qualche ora alla scoperta di uno dei borghi dell’entroterra. Tra le novità di quest’anno le ANTIQUE MUSICAE con il Concerto de le note perdute arricchito dal suono dello strumento ricostruito dal progetto di Leonardo da Vinci. Tra i più piccoli, ha invece riscosso successo il Bosco del Drago Isotta. Ad animare il borgo giullari, musici, giocolieri e falconieri ma anche il mercato con gli antichi mestieri e gli accampamenti militari disposti nei vicoli del paese. Clou del Palio, come di consueto, l’appuntamento della domenica sera con la disfida fra le quattro contrade. I giocatori di Borgo, Castello, Contado e Montebello si sono sfidati nel tiro con la balestra, nella corsa delle oche, nel gioco dei 4 cantoni. A trionfare la contrada Montebello che ha avuto l’onore di issare sulla vetta della Rocca mondainese, accanto alla bandiera comunale, i propri colori. A chiudere la 32esima edizione, lo spettacolo dei fuochi d’artificio con 5mila spettatori con il naso all’insù.

Dalla Pro Loco di Mondaino, oltre alla soddisfazione per l’esito dell’evento, l’auspicio che in futuro si dia sempre più rilievo in chiave turistica all’intero territorio, fatto di mare e colline, città e borghi medioevali. Sul tema nei prossimi mesi sarà organizzato un tavolo di lavoro con l’amministrazione comunale aperto a tutti gli amministratori della costa e agli operatori turistici.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna