giovedì 17 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
mer 12 set 2018 13:31 ~ ultimo agg. 13 set 11:09
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Era convinto che a togliergli la luce in casa fosse stato qualche vicino e ha cominciato a tormentarli. Prima staccando i contatori degli altri condomini di una palazzina di Viserba, poi dando fuoco allo scooter di quello che riteneva il responsabile, il suo vicino di pianerottolo. I carabinieri di Rimini hanno arrestato nella notte tra sabato e domenica il piromane. Si tratta di un riminese di 51 anni, con problemi di tossicodipendenza e in cura al Sert, che vive in casa con la madre.

A chiamare i militari un residente della zona che aveva visto le fiamme alzarsi dallo scooter. Arrivati sul posto i militari hanno trovato il proprietario del mezzo che li ha aiutati a mettersi sulle tracce dell’autore. Da giorni tormentava con i suoi strani comportamenti tutta la palazzina. L’uomo è stato trovato nel suo appartamento, addosso aveva ancora un forte odore di benzina e, dopo una visita al pronto soccorso, visto lo stato di alterazione, è stato arrestato. L’arresto è stato convalidato e il 51enne si trova in carcere. Sul posto per spegnere le fiamme anche i vigili del fuoco. I militari hanno anche scoperto che la luce, che mancava da tre giorni, era venuta a meno per il distaccamento di due fili elettrici che è stato aggiustato.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna