mercoledì 17 luglio 2019
menu
In foto: L'evento M5S "Non giocarti il suo futuro" del 2017
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 10 apr 2018 17:22
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email
Una Circolare del Ministero dell’Interno, datata 29 marzo 2018, stabilisce che per il rilascio da parte delle Questure delle licenze per la raccolta di scommesse su competizioni sportive e su eventi non sportivi, la gestione di sale bingo e l’installazione di apparecchi VLT, sarà richiesto il rispetto delle normative regionali e comunali in tema di distanze, che prevedono il divieto di aprire sale da gioco a meno di 500 metri dalle scuole, dai luoghi di aggregazione giovanile e di culto, dagli impianti sportivi, dalle strutture ricettive per categorie protette.
Lo ricorda il parlamentare riminese del Movimento 5 Stelle Marco Croatti che si rivolge in merito all’Amministrazione Comunale di Rimini: “L’Amministrazione comunale di Rimini con una nota, manifesta la propria soddisfazione per questo “nuovo e più definito orientamento” (vedi notizia). Naturalmente accolgo con favore la linea interpretativa contenuta nella Circolare e mi unisco alla soddisfazione espressa dall’Amministrazione, a cui però rinnovo con forza la richiesta di compiere un passo in più: considerare anche le spiagge come luoghi sensibili. E inserirle nella mappatura approvata a dicembre. Perché è indiscutibile che le spiagge siano un luogo di aggregazione giovanile del nostro territorio. In questo senso mi aspetto una risposta positiva da parte dell’Amministrazione per rendere ancora più incisivo il contrasto alle azzardopatie”.
Notizie correlate
sequestrati soldi e un coltello

Spaccio in pieno centro, altri due arresti

di Redazione   
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna