18 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Turismo e patrimonio urbano. Riccione caso di studio a Venezia

RiccioneTurismo

26 marzo 2018, 14:18

Turismo e patrimonio urbano. Riccione caso di studio a Venezia

in foto: il sindaco Tosi a Venezia

Il Comune di Riccione partecipa attivamente al Master promosso dall’università IUAV di Venezia e dall’Ordine degli Architetti della provincia di Venezia con la sovvenzione di due borse di studio dedicate ad esperienze virtuose che, partendo dal rispetto e dalla consapevolezza del valore del patrimonio urbano, hanno saputo cogliere e comprendere le necessità del turismo moderno. Il sindaco Renata Tosi, è intervenuta sabato 24 marzo all’università IUAV di Venezia all’incontro pubblico dal titolo “ Turismo e patrimonio urbano – Opportunità e minacce in Italia” per raccontare “ il caso Riccione”, il modello turistico intrapreso dalla città e gli obiettivi perseguiti in materia di salvaguardia e sviluppo del patrimonio urbanistico. Nei prossimi mesi Riccione – fa sapere l’Amministraziono Comunale – sarà oggetto di un workshop da parte degli architetti professionisti partecipanti al master .


La dichiarazione del sindaco Renata Tosi:

“ Non siamo in un’epoca di cambiamenti – ha detto il sindaco Tosi – ma in cambiamento d’epoca e, come responsabili della ‘cosa pubblica’, abbiamo il compito di gestire i processi di trasformazione con la consapevolezza di essere ‘strumenti’ a servizio della società civile ma anche, come buoni padri di famiglia, a servizio della storia che ci ha preceduto. Importanti, in questo senso, sono le modalità di accesso ad un territorio con l’obiettivo di limitare e razionalizzare l’uso delle automobili. A Riccione stiamo lavorando per incentivare il turista a raggiungere la nostra località, non attraverso l’automobile privata, ma utilizzando la linea ferroviaria.

Questo obiettivo strategico lo stiamo perseguendo agendo su più fronti: Rigenerazione della Stazione Ferroviaria, in fase di ultimazione per un investimento di RFI di circa 5 milioni di euro. Oltre che dal punto di vista estetico, sicurezza e abbattimento delle barriere architettoniche hanno inciso sugli aspetti funzionali per permettere la fermata delle Frecce Bianche e Rosse;  accordo con l’Associazione Albergatori per promuove l’utilizzo del treno offrendo ai propri clienti il rimborso del titolo di viaggio;  accordo con Trenitalia per assicurare la fermata delle Frecce nel periodo estivo.

Questo viene naturalmente associato ad una politica urbana che favorisce l’uso pedonale e ciclabile della città- ha proseguito il sindaco Tosi – attraverso micro e macro interventi che vanno concordemente in questa direzione. Troppo spesso dimentichiamo che le città non sono fatte solo di case, palazzi, strade o elementi naturali ma un fattore decisivo sono gli uomini e le donne, le comunità che vivono quei luoghi e li fanno essere qualcosa di diverso rispetto alla loro semplice esistenza fisica. Ecco perché consideriamo strategico nella gestione del rapporto tra turismo di massa e conservazione e valorizzazione del patrimonio urbano ed ambientale, la sinergia con gli operatori economici.

In questa prospettiva gli strumenti urbanistici offrono un valido e determinante supporto. Con l’approvazione della recente legge urbanistica dell’Emilia Romagna, L.R. n° 24/2017, si è aperta una nuova era della pianificazione urbana.

Rigenerazione urbana, accordi operativi, incentivi legati alla qualità ambientale e sociale degli interventi, promozione dei concorsi d’architettura anche nel privato, in sintesi qualità del progetto “contro” l’asfissia delle prescrizioni normative avendo come faro, non solo il bene ma anche, possiamo dire, il bello comune. Per rigenerare interi complessi urbani è necessario ed indispensabile che sotto la regia della città pubblica gli investimenti privati orientati al lavoro, alla produzione e non più alla rendita, facciano la loro parte liberando energie ed opportunità. Cosi abbiamo colto la palla al balzo e tra i primi Comuni della Regione abbiamo aperto il bando per le manifestazioni d’interesse aventi ad oggetto interventi di rigenerazione urbana collocati nella zona a vocazione turistica della città.

Nella stessa ottica abbiamo avviato una procedura decisamente innovativa per la realizzazione ex novo della scuola primaria ‘Panoramica’ mettendo in campo, attraverso un percorso di progettazione a due livelli, professionalità in grado di cogliere una sfida progettuale di alto valore basata su criteri innovativi e trasparenti. Portiamo avanti nuove metodologie e sfide che, se in un primo momento possono apparire forti, sono invece estremamente attuali e percorribili. Crediamo che sia questa la strada in cui ci siamo incamminati con orecchie e occhi nuovi. Il Turismo ha bisogno di continua innovazione – ha concluso Tosi – servono servizi agili per il turista, dal tema degli spostamenti alla rigenerazione del territorio con strumenti urbanistici semplici e uno sfoltimento della burocrazia senza dimenticare la salvaguardia e l’identità della comunità locale.

In questo consiste la nostra forza: sguardo rivolto al futuro con l’apporto delle massime competenze professionali per contribuire allo sviluppo del ‘Bello comune‘ che abbiano programmato, tenendo bene a mente che il traguardo dei nostri sforzi è sempre tra patrimonio e turismo. L’uno non deve mai escludere l’altro”.

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454