mercoledì 23 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 19 feb 2018 12:38 ~ ultimo agg. 12:39
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sarà Alessandro Monteduro il direttore della fondazione “Aiuto alla Chiesa che soffre” a portare la sua testimonianza nel tradizionale Appello all’umano (a partire dall’agosto 2014) che si svolge in piazza Tre Martiri ogni 20 del mese a favore dei cristiani perseguitati in Medio Oriente e nel mondo intero.

Si tratta di una testimonianza registrata, perché Monteduro è totalmente preso nella preparazione della manifestazione che avrà luogo a Roma e contemporaneamente in altre parti del mondo (in particolare a Mosul in Iraq e Aleppo in Siria) nella serata del 24 febbraio il Colosseo sarà colorato di rosso per accendere l’attenzione sulla questione della libertà religiosa.

Sempre nella stessa sera, vicino al Colosseo colorato di rosso tante persone potranno udire testimonianze di coraggio e di perdono. Tra queste anche quelle della figlia di Asia Bibi e di una giovane mamma nigeriana di un bimbo di due anni e incinta che, nelle terribili violenze subite nel rapimento, ha perso entrambi ma che ora sta crescendo altri due bambini avuti dopo il rilascio, uno del marito e uno frutto della violenza di un carceriere.

Con l’Appello all’umano del 20 febbraio Rimini si unisce e anticipa questo grande evento di sensibilizzazione. Alle ore 21 in piazza Tre Martiri ci sarà la recita del rosario e l’ascolto di un intervento registrato di circa 15 minuti di Alessandro Monteduro. I canti verranno eseguiti dal coro ‘Stella Alpina’ diretto da Anna Tedaldi. Contemporaneamente si uniranno nella preghiera anche una ventina di città in Italia e all’estero e oltre trenta comunità religiose. Tra queste anche Cesena che, nella serata del 24 febbraio, farà illuminare di rosso la facciata della cattedrale cesenate.
Il comitato Nazarat Rimini

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna