martedì 15 gennaio 2019
di Maurizio Ceccarini   
lettura: 1 minuto
mer 24 feb 2016 16:55 ~ ultimo agg. 25 feb 13:32
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

E’ avvenuto questa mattina il dono di un cappellino e a caciotta del “Formaggio del perdono” a Papa Francesco da parte di Antonello Guadagni, casaro, ex-detenuto che ha svolto un percorso alternativo al carcere presso la Comunità Papa Giovanni XXIII. Presente anche il vescovo di Rimini, monsignor Francesco Lambiasi, promotore insieme alla papa Giovanni della Comunità e dell’Università del Perdono.

“non c’è un santo senza un passato, non c’è un peccatore senza futuro”, ha detto il papa come racconta Giorgio Pieri, del servizio carcere della Papa Giovanni XXIII.

La consegna è avvenuta al termine dell’Udienza generale in Piazza San Pietro, alla quale hanno partecipato circa 200 tra detenuti e volontari della Comunità fondata da don Benzi impegnati nel recupero di chi ha commesso reati.

 

Notizie correlate
di Redazione
Una vicenda che fa discutere

Arresti alla casa per anziani. I commenti

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna