lunedì 21 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
ven 27 giu 2014 08:58 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Magrini invita ad evitare soluzioni estemporanee solo per far fede a promesse elettorali, e ribadisce la bontà del progetto: “La filosofia che sottende il trasporto rapido costiero e quindi la motivazione del finanziamento C.I.P.E. è molto semplice : realizzare una infrastruttura che permetta la percorrenza dalla stazione di Rimini a quella di Riccione in 23 minuti (contro l’ora e trenta dell’attuale linea 11), riduca l’uso dell’auto privata con conseguente contrazione dell’inquinamento da polveri sottili e incrementi quindi il numero di passeggeri su questo mezzo pubblico non inquinante. Credo che le proposte fatte invece dall’Amministrazione riccionese vadano nella direzione opposta, infatti la promiscuità che si creerebbe metterebbe in crisi proprio le motivazioni alla base dell’intero finanziamento del progetto”.

Quanto al Governo e i suoi rappresentanti territoriali, l’auspicio di un impegno preciso: “Accelerare ogni attività e pratica amministrativa che permetta a questo Paese di mettere a frutto ogni euro pubblico già investito come nel caso del cantiere TRC”.

Altre notizie
L'ultimo sindaco comunista

Si è spento l'ex sindaco Zaffagnini

di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna