domenica 16 dicembre 2018
In foto: Da domani entra in vigore il nuovo orario estivo delle Ferrovie. Rispetto a quello invernale, c'è qualche treno regionale in più nei giorni festivi. Ma in Riviera resta l'insoddisfazione per la mancanza di treni a lunga percorrenza. E gli operatori economici di Cattolica annunciano manifestazioni eclatanti a Roma.
di    
lettura: 1 minuto
sab 11 giu 2011 17:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Lettini, ombrelloni e sabbia sotto la sede di Trenitalia a Roma. E’ quanto annunciano gli operatori economici di Cattolica se le richieste di potenziamento dei treni a lunga percorrenza non riceveranno ascolto.

“Se Trenitalia non viene in Riviera, la Riviera va da Trenitalia – ha spiegato a Icaro Tv Maurizio Cecchini, presidente dell’Associazione Albergatori di Cattolica. – sarà il nostro modo di protestare contro una situazione vergognosa, che penalizza in modo ingiustificabile un intero territorio già in difficoltà per i lavori della terza corsia”.

Nella riunione di ieri tra categorie economiche, Comune e Provincia si è deciso di proseguire anche sulla via istituzionale, con una richiesta di intervento diretto del presidente della Regione, Errani, e un’interpellanza della deputata riminese del Pd Elisa Marchioni. Anche se finora le lettere inviate a Trenitalia da provincia e regione non hanno avuto risposta, anzi. Nell’orario estivo, in vigore da domani, sono stati potenziati i collegamenti regionali, con tre nuovi treni nei giorni festivi sulle linee Piacenza-Ancona e Ravenna-Rimini, e un potenziamento del servizio notturno. Ma dei Freccia Rossa nessuna traccia, e anche gli eurostar ed intercity che fermano in Riviera sono sempre meno.

(Newsrimini)

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna