mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: I resti di un antico torrione quattrocentesco sono stati rinvenuti durante i lavori di consolidamento del tratto a mare delle mura del castello di San Clemente.
di    
lettura: 1 minuto
gio 2 giu 2011 13:21 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il torrione. si legge in una nota, era documentato dai catasti sette-ottocenteschi ma lo si credeva demolito nel ’44 con il passaggio del fronte. Scopriamo oggi che la guerra non è invece riuscita a distruggere le solide mura sanclementesi.

Il torrione però non è l’unica sorpresa. Infatti i lavori di scavo hanno messo in luce anche il complesso sistema di costruzione delle mura medievali, ora ben visibili e distinguibili dalle edificazioni successive.

Adesso il centro storico del paese, localizzato proprio nell’ambito del castello, si allarga e acquisisce senza ombra di dubbio un valore ancor più significativo.

Per valutare i ritrovamenti delle mura è stato affidato l’incarico per “Controllo archeologico del cantiere” allo studio di ricerca per i beni culturali “adArte” di Rimini che sta già eseguendo i rilievi sotto la sorveglianza della Soprintendenza Archeologica di Bologna.

Ricordiamo che i lavori di restauro alla cinta muraria, redatti su progetto dell’arch. Andrea Ugolini, hanno avuto inizio nel 2000 grazie a finanziamenti regionali e provinciali e sono proseguiti per lotti successivi sino ad oggi con l’intento non solo di restaurare le antiche mura ma anche di valorizzare l’intero borgo malatestiano. Ed è proprio in occasione del restauro delle mura del tratto di levante che l’impresa che eseguiva i lavori (la coop. Misanese associata al CONS.COOP di Forlì, il consorzio che si è aggiudicato l’appalto per un importo di 295.579,55 euro) ha scoperto i resti medievali.

È ferma intenzione dell’Amministrazione procedere alla massima valorizzazione delle recenti scoperte di archeologia medievale che riporteranno il castello di San Clemente alle sue origini e consentiranno di rendere il centro storico ancor più accogliente e suggestivo.

(nella foto i resti delle mura)

Notizie correlate
di Redazione
Blog/Commenti

Sollievo stonato

di Andrea Turchini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna