Indietro
lunedì 26 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Volley B1 donne. La Pretelli GreenLine torna alla vittoria: 3-2 sulla Policart

In foto: Non c'è pace per l'infermeria viserbese: coach Morolli ha dovuto stravolgere la squadra per un guaio al ginocchio della schiacciatrice Masoni. 25-22, 20-25, 25-27, 25-22, 15-12 i parziali dei cinque set.
di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 28 nov 2010 09:08 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In una partita di grande intensità la Pretelli Greenline Viserba ritrova la vittoria contro la quotata Padova in un pomeriggio in cui le coronarie dei tifosi sono state messe a dura prova dalle giocatrici in campo – si legge in una nota della società viserbese -.
Non c’è pace per il roster della squadra riminese, all’arrivo delle ragazze in palestra Coach Morolli
prende atto che la sua schiacciatrice Masoni zoppica per un problema al ginocchio e (mentre
durante la settimane lo staff medico aveva fermato la giovane Pizzoccheri) si vede costretto a
stravolgere la squadra mettendo in campo subito Pironi e Bulgarelli, tutte e due fuori da partite
ufficiali da quasi un mese, Carnesecchi in palleggio con Parenti ed a completare il sestetto
Boscolo e Pini. Cambia anche il libero che è Corelli. Come per altre partite non ci sono
cambi disponibili per le atlete in campo nei reparti offensivi ma le ragazze sembrano subito calate nel match con la giusta determinazione.
Il primo set, dopo un inizio equilibrato, vede una prima fuga delle venete sul 6 a 10 ma Viserba reagisce e si porta in parità (10-10). La partita corre su binari di parità fino al 16 a 15 per le padrone di casa al secondo time out tecnico. Ogni punto è combattuto e si arriva alternandosi con i vantaggi sul 21 pari con una Pironi in grande spolvero, e nel finale di set esce fuori una Pini incontenibile che con tre attacchi consecutivi chiude il set 25 a 22.

Il secondo set sembra ricalcare fedelmente l’andamento del primo: grande equilibrio fino al 19 a 20 poi un paio di infrazioni della Carnesecchi consentono alle padovane di operare uno strappo decisivo per poi chiudere in carrozza sul 20 a 25.

Il terzo set fa impazzire i numerosi tifosi delle due fazioni sugli spalti (numerosi i supporters veneti al seguito). Inizio soft delle riminesi (4 a 8 al primo time out), ma in questo match non scappa nessuno per una facile vittoria e le ragazze di Morolli riagganciano le venete sul 12 pari, poi complice qualche errore di troppo in ricezione sembra che il parziale sfugga nuovamente di mano fino al 16 a 20. Qui le viserbesi si guardano negli occhi e reagiscono come ancora poco si era visto quest’anno, ricominciano a giocare una pallavolo grintosa ed efficace, recuperano lo strappo e vanno addirittura in vantaggio 25 a 24. Padova però non è esattamente una vittima sacrificale, annulla il set point e con due muri perentori chiude il set a proprio favore 25 a 27.

La mazzata della fine del terzo set potrebbe abbattere chiunque, specialmente una squadra che
cerca punti salvezza come l’assetato cerca l’acqua nel deserto. L’inizio del quarto è tutto veneto (2-6 ) e Viserba che deve riordinare le idee. Lo fa molto bene e ricomincia a macinare punti importanti con Parenti e Boscolo protagoniste, agganciano le venete e le sorpassano 16 a 13 al secondo time out. La Cavallaro chiama tutti i tempi disponibili ma le riminesi sono lanciate (18 a 14) e poi in scioltezza con Pini e Bulgarelli in controllo a chiudere 25 a 22.

L’epilogo del tie-break riassume l’andamento dei set precedenti: partenza lanciata della Policart
Padova che cambia campo sul 6-8; Viserba sta attaccata con i denti al match e dopo il 7 a 9
piazza un parziale di 6 a 1 e si porta sul 13 a 10. Sembra fatta ma Padova fa vedere perché viaggia nelle zone nobili, 13 a 12 ma è l’ultimo tentativo, le ragazze viserbesi non mollano la preda e vincono 15 a 12.

Una soddisfazione che mancava al team rivierasco dalla prima di campionato a S. Donà e che
dona ossigeno puro alla asfittica classifica. Ieri la squadra di Morolli si è ricordata cosa vuol dire combattere su ogni palla ed i risultati si sono visti. Naturalmente fasi di gioco da migliorare ce ne sono ancora tante, ma in attesa di riavere tutti gli effettivi abili ed arruolati questa è una bella iniezione di fiducia.

In casa padovana una buona prestazione, specialmente in difesa ed a muro. La Moretto è stata senz’altro la migliore delle venete brava in tutti i fondamentali. Per il Viserba nominare qualcuno è difficile perché mai come ieri si può parlare di vittoria di squadra ma se dobbiamo nominare un MVP diciamo Pini che ha messo la parola fine ad almeno 2 set e 21 punti nel suo score.

Prossimo appuntamento per le riminesi sabato prossimo in trasferta a Verona.

IL TABELLINO
PRETELLI GREENLINE VISERBA–POLICART PADOVA 3-2 (25-22 20-25 25-27 25-22 15-12)

ARBITRI : Avaldi di Crema e Colella di Mantova.

DURATA INCONTRO: 2 ore e 20 min.

SPETTATORI: 300 CIRCA.

PRETELLI GREENLINE VISERBA: Boscolo N. 10, Montironi ne, Bulgarelli 10, Pironi 16,
Carnesecchi 1, Pizzoccheri ne, Peroni ne, Corelli lib., Pini 21, Masoni ne, Parenti 17, Arcangeli 0.
ALL.RE Morolli Luigi.

Battute Vincenti 9, Battute Sbagliate 11, Muri 6, Errori 27.

POLICART PADOVA: Gastaldello 7, Casari 12, Disarò 15, Fenice 13, Moretto 17, Azzi 7, D’ambros ne, Arboit lib, Maniero 1, Manfrin 0, Carli ne
ALL.RE Mariella Cavallaro.

Battute Vincenti 3, Battute Sbagliate 6 , Muri 15, Errori 26.

Notizie correlate
di Icaro Sport