Calcio. Lunati si scusa per il gestaccio e viene multato

Rimini Sport

23 agosto 2010, 18:39

in foto: Per il giocatore niente rimborso spese per un mese e 12 giorni di sospensione dall'attività.

MATTEO LUNATI SI SCUSA PER LA REAZIONE NEI CONFRONTI DEL PUBBLICO MOSTRATA DURANTE IL DERBY DI IERI SERA
“Sono profondamente dispiaciuto per il deprecabile gesto istintivo che mi ha visto protagonista durante la partita di ieri – si legge in una nota del Real Rimini -, un gesto che non mi appartiene e che soprattutto getta discredito sulla società per la quale sono tesserato, impegnata nel faticoso tentativo di ricostruire dalle fondamenta il calcio in questa città. Per questo, e perché sono consapevole che ciascuno di noi deve essere un esempio di lealtà e di sportività, voglio chiedere scusa alla città, al pubblico, agli avversari, ai miei compagni di squadra e ai miei dirigenti, nella speranza che queste poche righe possano servire a salvaguardare il buon nome di cui il calcio ha sempre goduto a Rimini”.

IL REAL RIMINI F.C. SANZIONA MATTEO LUNATI
PRIMA DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA CON MULTA E SOSPENSIONE
Il Real Rimini F.C. condanna con fermezza quanto accaduto ieri sera allo stadio ‘Romeo Neri’ in occasione della partita che l’ha visto opposto all’A.C. Rimini 1912. Il club rinnega ogni forma di violenza in quanto estranea ai suoi valori, a quelli dello sport in generale e del calcio in particolare.

In relazione alla condotta del tesserato Matteo Lunati, la società comunica la sanzione interna applicata, consistente in 12 giorni di sospensione dall’attività e in una multa dell’importo equivalente al rimborso spese di un mese. Il calciatore è stato sottoposto oggi ad esami clinici che non hanno evidenziato fratture, anche se i postumi della contusione rimediata nel finale di gara – un occhio praticamente chiuso per via del gonfiore – sono ben visibili.

L’intero staff dirigenziale del Real Rimini F.C. auspica, in conclusione, che ciò a cui abbiamo purtroppo assistito dentro e fuori dal campo non si debba mai più ripetere e che il calcio, già oggetto di troppe vicende dolorose a Rimini negli ultimi mesi, torni al più presto ad essere uno strumento educativo capace di unire e divertire la città.

I dirigenti del Real Rimini F.C.

(nella foto Bove, Matteo Lunati)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454