martedì 22 gennaio 2019
In foto: La morcianese Alisia Zanni bronzo nel kata femminile categoria Esordienti.
di    
lettura: 2 minuti
mar 16 mar 2010 14:00 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Domenica 14 marzo, durante l’ultima giornata della Fiera di San Gregorio, si è disputato il “I° Memorial Conteduca – Trofeo S. Gregorio” di karate organizzato dall’Okinawa Karate Club di Morciano di Romagna, società fondata nel 1973 – si legge in una nota del Comune di Morciano di Romagna -. Nella mattinata si è svolto il Campionato Regionale di kata Juniores e Seniores, valevole come qualificazione ai Campionati Italiani. Ottanta atleti agonisti, provenienti da tutte le province della nostra regione, hanno gareggiato per conquistare l’accesso alle finali nazionali.

Nel pomeriggio è cominciata la gara regionale dedicata a bambini e ragazzi. 280 piccoli atleti, dai cinque ai tredici anni, accompagnati da genitori e tifosi, hanno letteralmente invaso la palestra comunale di Morciano, gentilmente messa a disposizione dall’Amministrazione comunale. I numeri del karate giovanile sono talmente cresciuti che è stato veramente difficile gestire la massa straripante di atleti e pubblico. La competizione si è svolta in maniera lineare terminando alle 18:30. L’organizzazione si è mossa bene diluendo l’orario di gara in tre turni, convocando venti arbitri federali e mobilitando tutto lo staff dell’Okinawa Karate Club.

I ragazzi del club ospite si sono comportati molto bene, sopratutto nell’accoglienza riservata agli altri coetanei, ma anche piazzandosi in tanti nei primi cinque classificati. Nel kata femminile degli esordienti (12-13 anni) si è distinta la morcianese Alisia Zanni che è salita sul terzo gradino del podio conquistando la medaglia di bronzo.

Un ringraziamento particolare va all’Assessore allo sport, Filippo Ghigi, al delegato provinciale FIJLKAM M° Salvatori e a tutti i ragazzi dell’Okinawa che hanno collaborato, compresi Presidente e Maestri.

“Il kata rappresenta l’essenza del karate in quanto è una disciplina unica nel panorama dello sport. Di origine antichissima e misteriosa, è un combattimento contro avversari immaginari, senza esclusione di colpi. Il karateka combatte contro se stesso con tutto il campionario dei micidiali colpi di questa arte marziale, il gesto a vuoto diventa reale nell’applicazione dell’esercizio con un compagno. Tutti i 26 kata della scuola Shotokan (la scuola della Tigre) iniziano con una parata per ribadire che il karate è nato per difendersi, ma anche l’espressività e l’estetica vengono esaltate, facendolo diventare un’arte”.

Notizie correlate
Calcio Promozione girone D

Morciano-Ronco Edelweiss Forlì 0-4

di Icaro Sport
Calcio Promozione girone D

Morciano Calcio-Pietracuta 1-3

di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna