venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Nulla di fatto per la vecchia corderia di Viserba. Il consiglio del Quartiere 5 di Rimini, chiamato nella seduta di lunedì sera a dare un parere sul piano particolareggiato del Comparto relativo alla fabbrica abbandonata da decenni, ha chiesto un nuovo assetto per la viabilità.
di    
lettura: 1 minuto
mar 18 set 2007 19:21 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Ordine del giorno rinviato in attesa di una nuova proposta sulla viabilità da parte dell’assessorato ai lavori pubblici. Quella attuale, infatti, aveva ricevuto osservazioni che avrebbero portato a un parere contrario da parte del Quartiere 5. Una decisione, quella del rinvio, condivisa dalle parti, anche se il voto non è stato unanime. Se ne riparlerà tra una ventina di giorni. Intanto il clima resta acceso. La Corderia copre un’area di 77.000 metri quadri abbandonata dai tempi della seconda Guerra. Ma sul progetto – che prevede residenziale, commerciale e direzionale – l’opposizione ha subito dato battaglia.
A partire, appunto, dalla viabilità: senza un’adeguata riqualificazione stradale, l’impatto su via Marconi e sulle vie limitrofe sarebbe disastroso.
I 25.000 metri quadri di verde previsti, inoltre, non bastano agli ambientalisti, che puntano il dito contro le nuove colate di cemento in una zona già fortemente urbanizzata. E, ancora, la questione delle parti storiche, vincolate dalla Sovrintendenza: affreschi, decorazioni e soprattutto macchinari d’epoca. La Corderia è un potenziale museo protoindustriale di grande interesse. Anche se la ruggine ha fatto ormai i suoi danni, come testimoniano le foto pubblicate in internet da un reporter entrato nella corderia, oggi proprietà privata. Non l’unico, però, a scavalcare i muri.
Ci sono entrati, in tenuta militare, dei ragazzi che si divertono a giocare alla guerra in spazi abbandonati, e che nella corderia ci hanno simulato una delle loro battaglie. (i filmati delle loro battaglie)
In un luogo che la guerra, quella vera, l’ha vissuta davvero. Quale che sia il nuovo progetto, la corderia, rasa la suolo dai bombardamenti, dovrà essere bonificata dalla grande quantità di ordigni bellici nascosti.
Fu usata dai tedeschi come deposito di materiale bellico e campo di smistamento dei prigionieri. Ci passò anche Alberto Marvelli.
(Newsrimini.it)

La storia della Corderia a cura della giornalista riminese Maria Cristina Muccioli.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Mostra sulle ludopatie

Fate il vostro gioco

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Rimini Rimini Social

Torna presepi dal mondo

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna