15 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Per un errore formale salta la discussione in Consiglio sulla Murri

PoliticaRimini

10 marzo 2006, 11:50

in foto: La Murri arriva in Consiglio Comunale ma inciampa in un cavillo burocratico. La discussione sul progetto presentato dalla Rimini & Rimini per la riqualificazione per l'ex colonia giovedì sera é stata infatti rinviata per un'irregolarità formale nella convocazione:

a riscontrarla, il consigliere Oronzo Zilli di Alleanza Nazionale. Una complicazione in più per l’agenda del Consiglio, già parecchio piena in vista dello scioglimento previsto il 13 aprile.
Il resoconto completo della seduta:

Dopo l’ora dedicata alle interrogazioni dei consiglieri alla Giunta, il Consiglio comunale ha discusso i punti all’ordine del giorno con i seguenti risultati:

1 Statuto comunale. Modifica del comma 8 dell’art. 28/bis “organi e struttura della istituzione”. Approvato con il voto favorevole di maggioranza e Fi, astenuta An (l’iter della delibera di modifica si concluderà con una nuova votazione nella prossima seduta del Consiglio);

2 Cessione in proprietà ex art. 31 legge 23/12/98 n. 448 di aree inserite nel III PEEP Celle e nel VIII PEEP di Miramare già concesse in diritto di superficie agli assegnatari da parte del Comune di Rimini. Approvato con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza;

3 Acquisizione a titolo gratuito dalla societa’ San Gregorio s.r.l. di area situata presso via San Gregorio – via Nigra ex art. 46 L.R. 7 dicembre 1978, n. 47 (standards urbanistici). Approvato con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza;

4 Acquisto di n. 670 azioni di “Itinera s.p.a. consortile da irecoop (istituto regionale per l’educazione cooperativa) emilia romagna s.c.a.r.l. Approvato con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza;

5 Sottoscrizione azioni inoptate di “Aeradria s.p.a.” Approvato con il voto favorevole della maggioranza, quello contrario della minoranza e l’astensione di Rifondazione;

6 Approvazione dello schema di convenzione per la disciplina dei rapporti fra la societa’ in house providing “Romagna Acque – Societa’ delle Fonti s.p.a.” e i suoi soci. .” Approvato con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario della minoranza;

7 Approvazione della proposta formalizzata da Rimini & Rimini s.p.a. in esecuzione della delibera di c.c. n.133/2002. Accordo di programma per il recupero e la riqualificazione urbanistico-edilizia del compendio denominato “ex colonia a. Murri”. Rinviata;

8 Mozione avente ad oggetto : ” Intitolare il giardino di piazzale carso alle vittime delle foibe. Il sindaco rispetti la volonta’ del consiglio comunale e ponga fine alle discriminazioni.” presentata dal consigliere Gioenzo Renzi nella seduta consiliare del 09/02/2006. Rinviata;

9 Mozione avente ad oggetto :” Teatro corso ” presentata dal consigliere Alessandro Ravaglioli nella seduta consiliare del 09/02/2006. Rinviata;

10 Mozione avente ad oggetto :” parco spiaggia marina centro”, presentata dal consigliere alessandro ravaglioli ed altri nella seduta consiliare del 09/06/2005. Respinta con il voto favorevole della minoranza e quello contrario della maggioranza;

11 Ordine del giorno inerente a: “Rinnovo della memoria per le vittime di Nassirya” presentato dal consigliere Giuliana Moretti nella seduta consiliare del 17/11/2005. Respinta con il voto favorevole della minoranza e quello contrario della maggioranza;

12 Ordine del giorno inerente a : “Intitolare una strada (apporre una targa) in ricordo della caduta del muro di Berlino” presentato dal consigliere Giuliana Moretti nella seduta consiliare del 17/11/2005. Respinta con il voto favorevole della minoranza, quello contrario della maggioranza e l’astensione del consigliere Vitale;

E’ quindi venuto a mancare il numero legale e sono stati rinviati alla prossima seduta del Consiglio la trattazione dei rimanenti punti all’ordine dei lavori.

In merito alla discussione del progetto di recupero della Murri, il Gruppo dei Verdi per la pace di Rimini ha presentato il seguente intervento:
• In continuità con le precedenti elaborazioni progettuali viene proposto il sostanziale ridisegno del fronte mare con la previsione di nuovi corpi edilizi che alterano in modo irreversibile l’originario prospetto e la configurazione a corti aperte che costituisce uno degli elementi tipologici di pregio dell’edificio vincolato.
Si ritiene tale impostazione non accettabile e si richiede la soppressione di tali superfetazioni che difficilmente potranno essere valutate positivamente dalla Soprintendenza di Ravenna.
• Nell’attuale versione progettuale le superfici utili per negozi e pubblici esercizi sono portate a 13.516 mq su 17.062 totali della Murri (nella precedente soluzione erano 7.431 mq).
Il quasi raddoppio di tali superfici non può non indurre fondate preoccupazioni sulla capacità di Bellariva di assorbire l’impatto urbanistico di
questo grande centro commerciale, in considerazione della forte capacità di attrazione veicolare e delle due uniche strade di accesso (Viale Regina Margherita e Via Portofino). Se a queste già rilevanti quantità sommiamo le superfici del parco Mediterranea 1.603 mq (in riduzione rispetto ai precedenti
6.295 mq) e 10.400 mq di superficie residenziale e 1.250 mq di superfici terziarie, (quest’ultime due relative allle quattro palazzine da realizzarsi in area inedificata a monte della litoranea per le quali la scheda 7.1 della tav. 4.7 prevede 7.700 mq totali a fronte di 11.650 mq di S.U. indicati nel progetto – una difformità che andrebbe spiegata) risulta evidente il forte incremento di carico urbanistico generato in quell’area, a fronte del quale la previsione di 1.554 posti auto, privati e pubblici previsti secondo gli standard di legge, non è in grado di evitare ripetute
situazioni di congestione viaria e di rilevante inquinamento atmosferico. Deve essere anche sottolineato che il vigente piano del commercio di Rimini prevede una superficie massima per usi commerciali di 2.500 mq, che dovrebbe essere
modificata trasferendo nella Murri una superficie commerciale di 10.000 mq prevista nella scheda 7.28 in sede di accordo di programma.
A seguito di queste valutazioni si ritiene indispensabile rivedere i contenuti
progettuali riportando le superfici commerciali ai 2.500 previsti nel vigente piano del commercio o in subordine alle quantità previste nel precedente progetto. E’ comunque necessario per questi progetti di rilevante carico
urbanistico predisporre la Valutazione di Sostenibilità Ambientale e Territoriale (VALSAT) previsti dalla L.R.20/2000 per gli strumenti urbanistici anche settoriali.
• Si ritiene che non si siano adeguatamente approfonditi i contenuti del progetto e soprattutto che non vi sia stato un adeguato confronto con la cittadinanza su questo specifico progetto e che viceversa sia necessario fin da questo progetto di rilevante significato urbano definire più articolate forme di coinvolgimento dei cittadini e non approvarlo così frettolosamente.

Claudio Fabbri, Anna Maria Fiori, Riccardo Santolini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454