Indietro
menu
Valmarecchia

L'impegno civile in scena: a Verucchio il 2° 'Visioni di teatro contemporaneo'

In foto: “Gettare un sasso nello stagno della realtà”, con un teatro civile e poetico che scuota e interroghi, che diletti e rapisca. E' questa la filosofia della seconda rassegna “Visioni di teatro contemporaneo “ del teatro Pazzini di Verucchio.
www.teatroverucchio.it
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 10 gen 2005 19:10 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si parte venerdì con la comicità sperimentale dei Sacchi di Sabbia dei Tragos, uno dei tre spettacoli riproposti tra quelli dell’ultimo Santarcangelo dei Teatri. Gli altri sono L’Asino Albino di Andrea Cosentino, nelle immagini, e la poesia siciliana dei Mari della Compagnia Pubblico Incanto. Il cuore della rassegna sono però gli spettacoli di impegno civile: “Sull’Italia calavan le bombe”, diario della resitenza di un’adolescente con Nudoecrudo Teatro, “Quattro ore a Chatila” di Narramondo, “La nave fantasma”, di e con Bebo Storti, una produzione Teatro della Cooperativa che parla di una nave con 300 clandestini dispersa al largo delle coste siciliane nel Natale del 1996.
In cartellone anche “A perdifiato” di Patricia Zanco, dedicato a Tina Merlin, la giornalista che indagò sulla tragedia del Vajont, e due spettacoli tra musica e teatro, con i cantautori Federico Sirianni, il 5 febbraio, e Gianmaria Testa, il 6 maggio. Oltre che col Festival di Santarcangelo, il teatro Pazzini di Verucchio si apre anche al teatro Vittoria di Pennabilli: i due concerti saranno infatti oggetto di uno scambio di spettacoli.
Informazioni alla Pro Loco di Verucchio, telefono 0541/670222.

 
Notizie correlate
Forum educazione alla pace

In ricordo di Anna

di Redazione