Indietro
menu
Cesena

Da giovedì l'Assemblea diocesana per l'Azione Cattolica cesenate

In foto: Con l'incontro pubblico di giovedì, l'Azione Cattolica della diocesi di Cesena-Sarsina inizia la sua Assemblea diocesana, che culminerà sabato 29 gennaio con l'elezione del nuovo Consiglio diocesano ed una Veglia di preghiera per la pace, presideduta alle 21 dal vescovo Antonio Lanfranchi in Cattedrale a Cesena:
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 19 gen 2005 11:16 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’appuntamento di giovedì sera (Palazzo del Ridotto – Cesena, ore 21,00) vedrà un confronto sul tema “Cesena, qual è la tua vocazione?” il vescovo della diocesi, Antobio Lanfranchi, e il sindaco di Cesena, Giordano Conti. Lo spunto viene da una frase dell’ex sindaco di Firenze, Giorgio La Pira, che era solito affermare: “Ogni città porta con sè un mistero e una vocazione”. Sul tema, sono previsti anche gli interventi di Giuliano Galassi (cooperativa Cils), Liviana Siroli (Centro volontari della sofferenza), Mauro Bonacci (imprenditore), Francesco Zanotti (Corriere Cesenate), Alberto Pracucci (Associazione famiglie italiane), Giovanni Maroni (Città dell’Uomo). Moderatore sarà William Casanova, della Commissione diocesana “Gaudium et spes”, mentre le conclusioni sono affidate a Ernesto Diaco, presidente diocesano dell’Azione Cattolica.

L’Azione Cattolica cesenate, che in diocesi conta 1300 iscritti, si è preparata all’appuntamento del 20 gennaio attraverso il lavoro del suo Laboratorio di cittadinanza attiva, un gruppo di giovani e adulti che da alcuni anni approfondiscono all’interno dell’associazione temi di carattere sociale.
Dalla loro riflssisone – spiega una nota dell’AC – è scaturito un questionario diffuso nelle associazioni parrocchiali di AC, ed un testo preparatorio, in cui si indicano gli obiettivi per una “città fraterna”, secondo un’altra nota espressione di La Pira. Si tratta dell’esercizio effettivo dei diritti dell’uomo, dell’importanza della famiglia per la società, del diritto alla scuola, all’educazione, alla cultura; della valorizzazione della dimensione sociale del lavoro.
Vengono proposti, inoltre, il valore della società civile (attraverso i principi di solidarietà e sussidiarietà) e unariflessione sul rapporto fra democrazia e informazione. “Come tutto questo interessa Cesena e il suo territorio è quanto intende far emergere l’incontro di giovedì 20 gennaio – commenta Ernesto Diaco, presidente diocesano di Azione Cattolica – cercando per una sera di lasciare da parte contrapposizioni e pregiudizi, per rendere Cesena sempre più una città in cui si pensa, si dialoga, si ama”.

 
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione   
VIDEO