martedì 22 gennaio 2019
In foto: Il loro comportamento da bulli su un autobus della linea 11, nella prima mattina di giovedì, ha attirato l'attenzione di tre poliziotti aggregati per la stagione estiva alla Questura di Rimini.
di    
lettura: 1 minuto
ven 3 set 2004 19:50 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

I tre agenti, in borghese, non hanno preso iniziative perché i tre non avevano commesso nessun reato.
Ma l’attenzione degli agenti li ha indispettiti, tanto da seguirli una volta scesi. Quando si é visto importunato dal gruppetto, uno dei poliziotti ha estratto il cellulare per chiamare il 113.
I tre hanno allora aggredito gli agenti, cercando tra l’altro di rubare il telefonino e un marsupio.
Nella colluttazione, due agenti hanno riportato ferite guaribili in 10 e 3 giorni.
I malviventi sono riusciti a fuggire, ma giovedì sera è partita una caccia sul lungomare che ha portato all’identificazione in un locale sul lungomare in via Tintori di due dei tre aggressori: un 21enne napoletano e un clandestino tunisino che ha dichiarato di avere 17 anni risultando però al controllo maggiorenne.
I due, in Questura, hanno cercato di liberarsi a calci e pugni, ma sono stati fermati. Dopo la convalida dell’arresto, sono stati portati in carcere.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna