Indietro
menu
Provincia

Meno reati, più controllo del territorio. Il bilancio dei Carabinieri

In foto: Meno reati denunciati ma più controllo del territorio: è il quadro che emerge dal bilancio presentato oggi dal Reparto operativo dei Carabinieri della Provincia di Rimini sugli interventi effettuati tra giugno e agosto scorsi.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 19 set 2003 12:45 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

477 arresti e 1392 indagati a piede libero; quasi 40mila persone identificate nel controlli stradali e 114 patenti ritirate solo per guida in stato d’ebbrezza; 1650 extracomunitari indagati, dei quali 427 segnalati perché non in regola con la Bossi Fini; 866 ore di pattugliamento in mare con 89 operazioni contro il contrabbando: sono alcuni dei dati del bilancio presentato oggi dal Reparto operativo dei Carabinieri della Provincia di Rimini sugli interventi effettuati tra giugno e agosto scorsi. Controllo del territorio, della strada, della costa, contrasto dell’abusivismo commerciale e della immigrazione clandestina sono i settori di intervento; ma fiori all’occhiello di questa estate 2003 restano le operazioni più complesse portate a termine: il fermo del minorenne ucraino che ha ucciso l’ingegnere tedesco al Mc Donalds, l’arresto dei 5 che vendevano patenti mai conseguite, l’arresto di due clandestini marocchini che avevano gettato un connazionale legato nel Marano, il sequestro di mezzo chilo di cocaina a Biagio Sinatra, che dato il via ad ulteriori importanti sequestri di droga in altre città. Complessivamente, ha riassunto il Maggiore Antonio Renzetti, comandante del Nucleo operativo, l’estate 2003 ha visto una diminuzioni seppur lieve del numero dei reati denunciati, a fronte di un aumento di circa il 10% di pattuglie in servizio di perlustrazione, di arresti e persone denunciate, e sarà ricordata per l’esordio positivo degli interventi del carabiniere di quartiere: 4 i carabinieri assegnati a questo servizio, in particolare nel Centro storico di Rimini e nella zona di Marina Centro, che si sono posto come riferimento per i cittadini per rispondere alle più diverse esigenze e che hanno svolto interventi e operazioni proprio grazie alle informazioni raccolte e alle esigenze manifestate dal territorio sul quale hanno operato.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione