Indietro
menu
Riccione

Da giovedì a sabato torna la kermesse dedicata alle performance Tv

In foto: Da giovedì a sabato gli obiettivi del mondo della televisione saranno puntati su Riccione . La 16esima edizione del TTV Festival, che parte domani a Bologna, arriva nella Perla Verde con una serie di performance e spettacoli.
www.riccioneteatro.it
di    
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
lun 27 mag 2002 13:15 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il programma culminerà sabato con Piero Chiambretti, ma per chi andrà nelle tre serate al Teatro del Mare ci saranno sempre esibizioni da seguire. Il programma completo è disponibile sul sito www.riccioneteatro.it.
Tra le novità per l’associazione Riccione Teatro, promotrice dell’evento, c’è anche una nuova sede per ospitare l’archivio legato alla propria attività. “E’ un evento importante per la città”, spiega Fabio Bruschi, direttore artistico di Riccione TTV.

Il programma della rassegna a cura di Riccione Teatri:
questa edizione arriva a consegnare il suo settimo Premio Riccione TTV
grazie alla giuria, presieduta da Franco Quadri e composta da Ciro Giorgini,
Andrea Lissoni, Anna Maria Monteverdi e Paolo Rosa.

Novità di quest’anno è l’assegnazione a Piero Chiambretti da parte della
direzione artistica, del Premio Speciale Riccione TTV per il miglior
programma televisivo di spettacolo – stagione 2001/2002 – “Chiambretti c’é”
e per l’occasione, sabato 1 giugno alle ore 20,30 – Teatro del Mare di
Riccione, Oliviero Ponte di Pino lo intervisterà in pubblico. Partecipano
Carlo Freccero e Gianni Boncompagni.
A seguire nella stessa serata il festival dedica un omaggio – Per Carmelo
Bene – alla recente scomparsa dell’artista, con la proiezione del video
Carmelo Bene e Lucio Dalla: una serata all’Arena del Sole di Bologna a cura
di Moreno Cerquetelli e con la presentazione del nuovo libro di Tonino Conte
– “L’amato Bene”.

TTV presenta le più innovative produzioni video-televisive internazionali di
teatro, danza, musica e opera contemporanea, con occhio attento alla
ricerca italiana e in particolare quest’anno presenta tre produzioni in
anteprima nella sezione denominata EXPANDED THEATRE, zona di ricerca al
confine tra arti visive, video e teatro:

-Socìetas Raffaello Sanzio: proiezione/installazione della nuova versione in
italiano del video “Le pelèrin de la matière” e proiezione di “Epitaph”.
Romeo Castellucci e Chiara Guidi saranno intervistati in pubblico da Luca
Scarlini
giovedì 30 maggio alle ore 18 – Teatro del Mare.(HYPERLINK
www.raffaellosanzio.org

-Italian Landscapes #2 – lounge theatre: in coproduzione con Xing, TTV
presenta la seconda serie di Italian Landscapes. Fanny & Alexander e Ogino
Knauss realizzeranno una multiproiezione sonorizzata dal vivo nella piscina
del Grand Hotel di Riccione. Italian Landscapes è un progetto
multipiattaforma che coinvolge le nuove realtà produttive italiane legate al
mondo della comunicazione e della cultura visiva contemporanea.
venerdì 31 maggio, sabato 1 giugno ore 23 – Grand Hotel (www.xing.it )

-Teatrino Clandestino: la compagnia che ha vinto nella precedente edizione
del festival il premio di produzione “Concorso Italia”, presenterà in
anteprima per TTV 2002, la videoinstallazione Iliade – 13 ritratti. La
versione teatrale sarà presentata in prima nazionale al festival
Santarcangelo dei Teatri.
venerdì 31 maggio alle ore 11,30 – Palazzo del Turismo
(www.p-bart.com )

Per la sezione teatrale il festival presenta le produzioni video realizzate
dal Teatro di Roma sotto la direzione artistica di Mario Martone.

Per la danza si potrà vedere il meglio dei festival internazionali di
settore (Dance Screen di Colonia; Dance on Camera di New York; Moving
Pictures di Toronto; Dance on Screen di Londra) e si rinnova l’appuntamento
con la serie prodotta dalla BBC e dall’Arts Council of England “Dance for
the Camera VI”, che comprende lavori di Miranda Pennell e Margaret Williams.
Occasione da non perdere la personale di Thierry De Mey, compositore e
filmaker belga, e collaboratore privilegiato di alcuni tra i coreografi e i
registi più innovativi della scena europea, per i quali ha firmato le
partiture musicali di spettacoli come “Rosas danst Rosas” (Anne Teresa De
Keersmaeker, 1983), “What the body doesn’t remember” (Wim Van de Keybus,
1987), “Danton la Mort” (Robert Wilson, 1998) e realizzato diversi film, tra
cui “Tippeke”, “Love Sonnets” (dalla coreografia di Michèle Anne De Mey),
“21 études à danser”, “Musique de tables”, “Dom Svobode”.
La Biennale di Venezia DMT in collaborazione con TTV ha presentato dall’1
al 10 febbraio 2002 all’interno del festival Temps d’images, la
videoinstallazione “Deep in the wood”.

Per la sezione musicale alcune segnalazioni:

-presentazione della nuova serie di Sound on Film, montaggio di musica e
immagini – commissionata per l’occasione – con il nuovo lavoro dei
Brothers Quay “In Absentia”, (musiche di Karlheins Stockhausen);
-proiezione di “Sound”, un’opera video realizzata in collaborazione tra il
regista Nicholas the Roeg e Adrian Utley dei Portished;
-“One night moon” di Rachel Perkins narra la vicenda in un’atmosfera sospesa
da “Picnic a Hanging Rock” con una notevole capacità di raccontare l’impatto
del mondo naturale sui protagonisti; il lavoro, di grande interesse, è il
primo titolo prodotto all’interno dell’ambizioso progetto mdTV dedicato alla
creazione di videopere per la televisione australiana che ha ottenuto un
riscontro molto positivo all’ultimo Sundance Festival;
-“Sonata for alto: Shostakovic” di Alexander Sokurov, regista russo di culto
autore del celebre “Moloch”, rimasto negli archivi della censura sovietica
per vent’anni;
-“Toothpaste”, un’incantevole operina che ha come argomento il quotidiano,
firmata da Larry Weinstein, celebre per “September songs” e a cui TTV ha
dedicato una retrospettiva. Il soprano Barbara Hannigan e il comico del
Saturday Night Live Marc McKinney (doppiato per la parte cantata), mettono
in scena un dramma intorno al dentifricio del titolo. Questo short
divertente e incisivo, propone una modalità veloce di racconto
operistico per il video.

Caratteristica del festival è di dare visibilità ad ambiti contigui e
trasversali all’area video-teatrale e anche quest’anno al Castello degli
Agolanti (sulla collina di Riccione) verrà allestita una sezione denominata
GUESTS, in cui verranno presentati tre progetti provenienti da esperienze
più direttamente legate al mondo dell’arte contemporanea: da segnalare
l’occasione offerta dalla proiezione del film di Vanessa Engle sul fenomeno
inglese della Britart.
l’ingresso alle proiezioni è gratuito e sarà disponibile per tutta la durata
del festival la videoteca con l’archivio.
Info: Riccione Teatro Tel./fax 0541 692124 – 668733
e-mail
ttv@riccioneteatro.it

Ufficio Stampa: CultBiz – Nelsy Leidi
Tel. 02 20404703 Fax 02 20421283 Cell. 338 9349313

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO