15 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Domeniche senza auto … e niente riscaldamento tropicale

AmbienteCesena

24 gennaio 2002, 18:21

in foto: Il Comune di Cesena ha deciso sul tema delle domeniche senz'auto promosse a livello regionale: da domenica al 3 marzo ad attendere i cesenati ci sono sei domeniche a targhe alterne e con il centro storico interdetto ai veicoli dei non residenti:
(nella foto il Sindaco di Cesena, Giordano Conti)
www.comune.cesena.fc.it

sostanzialmente confermate, nell’ordinanza che il Sindaco Giordano Conti firmerà domani, le misure individuate nei giorni scorsi dall’Amministrazione Comunale per far fronte all’emergenza inquinamento atmosferico che da molti giorni, ormai, interessa anche l’Emilia Romagna.
A Cesena da otto giorni consecutivi la centralina Arpa di Piazza Bufalini registra per il PM 10 (particolato fine) condizioni estremamente critiche: nella giornata di mercoledì 23 il picco, con un valore medio sulle 24 ore di 243 microgrammi per metro cubo.

La prima giornata di blocco parziale del traffico è fissata per domenica 27 gennaio. Al provvedimento è interessato l’intero territorio comunale, comprese le strade provinciali e statali, con l’unica eccezione dell’E45 e dell’A14.
Dalle ore 9 alle ore potranno circolare solo 19 le auto con targa dispari, purchè dotate di marmitta catalitica o omologate secondo quanto previsto dalla legge.
Ulteriori limitazioni sono previste sui 105 ettari di città che normalmente vengono chiusi al traffico in occasione delle Domeniche Ecologiche: qui potranno transitare solo le auto dei residenti di quella zona, purchè sempre con targa dispari e marmitta catalitica.
Sono, invece, del tutto esclusi dal blocco (e quindi potranno circolare liberamente, senza il vincolo della targa) i veicoli alimentati ad elettricità, a metano e a gpl.
Il provvedimento si replicherà, ma con le targhe pari, domenica 3 febbraio, e poi, con l’alternanza delle targhe, nelle domeniche successive fino al 3 marzo compreso, e sarà confermato anche qualora i valori di PM10 (particolato fine) rientrassero nei limiti di legge prima di quella data.

Oltre ai veicoli alimentati ad elettricità, a metano e a gpl, il divieto di circolazione non riguarderà le seguenti categorie:
· i veicoli delle forze di polizia, delle Forze Armate, dei Vigili del Fuoco e dei Corpi e Servizi di Polizia Municipale e Provinciale;
· i veicoli di pronto soccorso;
· i mezzi di pubblico trasporto;
· i taxi e agli autoveicoli di noleggio con conducente;
· gli autoveicoli utilizzati per il trasporto di portatori di handicap muniti del relativo contrassegno;
· le autovetture targate CD e CC;
· gli autoveicoli adibiti al trasporto di effetti postali;
· i veicoli dei medici in visita domiciliare urgente, muniti del contrassegno dell’ordine dei medici, e degli operatori sanitari o assistenziali in servizio, muniti di certificazione del datore di lavoro o dell’associazione di appartenenza;
· i veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie, con esibizione di relativa certificazione medica;
· i veicoli dei sacerdoti e dei ministri del culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero;
· i veicoli degli operatori dell’informazione, compresi gli edicolanti, con certificazione del datore di lavoro o muniti del tesserino di riconoscimento;
· i veicoli di lavoratori la cui attività si svolge entro o fuori il territorio comunale, con certificazione da parte del datore di lavoro.

L’Amministrazione Comunale ha disposto che nelle domeniche a targhe alterne il servizio di trasporto pubblico sia gratuito e potenziato, con corse ogni 15 minuti. Da segnalare, inoltre, che nelle stesse domeniche saranno aperti e si potranno visitare gratuitamente la Biblioteca Malatestiana (dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18), il Museo Archeologico, il Museo di Scienze Naturali e la Pinacoteca comunale (dalle 15 alle 18).

Per sorvegliare il rispetto dell’ordinanza, domenica è previsto un ampio dispiego di forze: agli agenti della Polizia Municipale, infatti, si affiancheranno i volontari delle associazioni già utilizzate per le Domeniche Ecologiche. Saranno inoltre allestiti cartelli segnaletici a corona del centro urbano, per informare gli automobilisti del blocco.

Se il traffico è la principale causa dell’inquinamento atmosferico, non è l’unico responsabile: anche il riscaldamento contribuisce a rendere critica la qualità dell’aria. Per questo, nell’ordinanza che fissa la circolazione domenicale a targhe alterne, viene anche stabilito che in abitazioni e uffici la temperatura non superi i 20 gradi centrigradi, mentre per le attività artigianali e industriali non potrà andare oltre i 18°C.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454