domenica 16 dicembre 2018
In foto: Rinviati a giudizio Guglielmo Zaffagnini, responsabile del settore Edilizia privata del Comune di Riccione e Maurizio Signorini, titolare del ristorante ‘Azzurra’. L’accusa è di violazione della legge sui vincoli ambientali.
di    
lettura: 1 minuto
mer 5 dic 2001 19:44 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La decisione del pm Paolo Gengarelli è arrivata al termine di una indagine iniziata dopo la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica da parte del Soprintendente ai Beni Culturali di Ravenna Annamaria Iannucci in relazione ad una lunga serie di lavori eseguiti nel ristorante senza le debite autorizzazioni. Nelle scorse settimane Signorini e due professionisti, il geometra Duillio Lotti e l’ingegner Sergio Para, sono stati rinviati sempre a giudizio con l’accusa di abusi edilizio e falso ideologico. In questo caso l’esposto era stato presentato dal proprietario di uno stabilimento balneare adiacente, “oscurato” dai lavori che elevarono Azzurra di un piano.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna