Indietro
mercoledì 24 aprile 2024
menu
I voti dei biancorossi

Fiorenzuola-Rimini 2-1, le pagelle di Cesare Trevisani

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 3 dic 2022 17:32 ~ ultimo agg. 4 dic 16:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

GALEOTTI 6. Primo tempo con un paio di tuffi e poco altro. Sorpreso anche lui sul gol del pareggio e poi niente da fare sul bis.

TOFANARI 6. Primo tempo guardingo a copertura di Sereni e delle discese di Delcarro. Ripresa con più presenza e alimenta il dominio biancorosso nella ripresa.

PIETRANGELI 6. Sorveglia le ripartenze e sfrutta il fisico per tenere a bada Mastroianni senza sbavature. Non trova il tempo per saltare in mezzo sul raddoppio del Fiorenzuola.

PANELLI 6,5. È in fiducia e prende molte iniziative. Esce spesso dalla linea per giocare in anticipo e per impostare. È l’unico che salta sul corner del gol sanguinoso che determina la sconfitta.

HAVERI 6,5. Il mismatch fisico con Mamona è evidente. E poi il pesarese svaria tanto. Lui non si scompone, toglie la ruggine e cresce di minuto in minuto, ricomponendo con Piscitella una corsia che aveva arato la D. Dal suo sinistro l’ottimo cross per il gol del vantaggio.

DELCARRO 6,5. Parte timido e pasticcione. Poi cambia l’inerzia con una entrata difensiva in area, a tempo ma rischiosissima. Aggiunge un contropiede con finale gambe all’aria, ma Lovison decide che non è niente. Il campo pesante lo esalta e non risparmia incursioni. Fino a quella del gol. Combatte fino alla fine.

PASA 5,5. Si abbassa e con la difesa a quattro non consegna la superiorità numerica in mezzo. Da lì, spezza il gioco avversario e fa ripartire la palla coi tempi giusti. Timido nel sorvegliare il primo palo sul gol del pari.

ROSSETTI 6,5. Stronati è uno dei peggiori clienti del campionato e il duello decolla subito come uno dei pezzi pregiati della partita. Contrasta e riparte, partita sostanziosa. Finisce in riserva e dalla sua parte il Fiorenzuola riparte nel finale. Forse andava letta la sua sofferenza.

SERENI 5,5. È falco in avvio sull’errore difensivo del Fiorenzuola, ma perde il tempo per segnare e poi tutto salta per un fischio arbitrale senza senso. Battaiola vola su una sua punizione. Pian piano si spegne.

SANTINI 6. Parte con un giallo immediato, ingenuo e inutile. Poi scalda Battaiola col sinistro. Riceve spesso spalle alla porta, azione nella quale è docente universitario. Sul raddoppio, il primo palo andava vigilato meglio anche da lui. Perde smalto nel finale, quando con più lucidità si poteva trovare l’occasione del ko.

PISCITELLA 6. Parte bene come ricerca degli spazi da cui agire, però fatica finalizzare anche le cose semplici. Molti duelli, quindi alta percentuale di possibili errori, ma è il suo dna. Giocate spesso nelle zone calde, peccato non trovi il guizzo giusto. Egoista nel finale, quando collaborare di più con Haveri sarebbe stato proficuo. Chiude stremato,

TANASA 6. Gioca alto, ha voglia di vincerla. Peccato finisca male.

ACCURSI SV.

VANO SV.

Cesare Trevisani