Indietro
menu
la sentenza

Madre accusata di estorsione ai danni del figlio, il giudice la assolve

In foto: Il tribunale di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 28 nov 2022 19:27 ~ ultimo agg. 29 nov 11:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è concluso il processo a carico di una madre 60enne, residente a Rimini, accusata di estorsione proprio da uno dei due figli maschi maggiorenni a causa delle continue richieste di denaro della donna, che in alcuni casi sarebbero avvenute anche a seguito di minacce.

Durante l’istruttoria dibattimentale è stato sentito come testimone l’altro figlio, il quale pur confermando le richieste di denaro da parte della madre, ha precisato però che il genitore aveva rinunciato a lavorare per occuparsi scrupolosamente di tutte le faccende domestiche e dell’amministrazione della vita familiare a vantaggio proprio degli stessi figli conviventi. È emerso anche che la 60enne, a causa di un esaurimento nervoso, era seguita dal centro di salute mentale. Un stress nervoso al quale sarebbero stati riconducibili i toni talvolta accesi anche nei confronti dei figli.

L’imputata, che rischiava una pena dai 5 ai 10 anni di reclusione, è stata assolta con formula piena, perché il fatto non sussiste, dal giudice monocratico del tribunale di Rimini Ersilia Agnello, che ha accolto le richieste dell’avvocato difensore Luigi Delli Paoli.