Indietro
martedì 31 gennaio 2023
menu
Basket C Silver

L'EA Titano ospita il Basket Giovane Pesaro

In foto: Coach Rossini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 25 nov 2022 11:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Turno casalingo per l’EA Titano in questa nona giornata d’andata. I biancazzurri ospiteranno domani (sabato) al Multieventi (palla a due alle 18), il Basket Giovane Pesaro, squadra che condivide con Falconara e Spoleto l’ultima piazza in classifica. I pesaresi, che hanno fatto fin qui registrare una vittoria a fronte di sei ko, hanno un attacco che produce 63.6 punti a partita e una difesa che ne subisce 82.1. I Titani, dopo la sconfitta di Porto San Giorgio, sono a cinque successi e tre ko, hanno un attacco da 68.5 punti e una difesa da 66.9.

Torniamo per un attimo alla scorsa gara per un commento con Stefano Rossini.

Coach, qual è la sua analisi a freddo?
“È stata una partita più o meno sula falsariga di quella con Perugia, giocata bene per tre quarti e poi in calo. Le percentuali sono scese e il ritmo si è abbassato, ma a calare è stata soprattutto la difesa. Ci siamo inceppati, abbiamo mostrato un po’ di tensione e sono venute fuori le piccole paure della partita precedente: Porto San Giorgio ha poi recuperato facendo suo il match. In tutto questo mi prendo le colpe che ho a livello di gestione. Ho pagato lo scotto dell’inesperienza in certi frangenti, ma ora si riparte più convinti di prima. Noi non molliamo, è chiaro che al momento il contraccolpo c’è stato ma dobbiamo reagire facendo quadrato e rialzandoci tutti assieme”.

Focus sull’infermeria ora, perché purtroppo non ci sono buone notizie, giusto?
“Abbiamo sicuramente out Guida e Borello, col secondo che purtroppo si è stirato l’inguine e ne avrà per almeno un mese”.

Qual è la sua valutazione sul Basket Giovane Pesaro?
“Per quello che penso, mi concentro sempre più su quello che riguarda la mia squadra e lo faccio ancor più adesso in questo momento particolare. Non per badare poco e senza attenzione a chi avremo davanti, anzi. È per reagire nella miglior maniera possibile in questo match, concentrandoci sulle cose che dobbiamo fare e su noi stessi. Abbiamo una gran voglia di scendere in campo per rifarci e col Basket Giovane dovremo mostrarlo dal primo all’ultimo minuto”.