Indietro
menu
Condotta di 2 km

Maxi ripascimento a Riccione. L'assessore: spiagge più grandi da prossima estate

In foto: i "tuboni" sulla spiaggia riccionese
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 11 feb 2022 15:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cantieri aperti sulla spiaggia di Riccione per il maxi ripascimento relativo al ‘Progettone 4 – primo lotto Romagna’ della Regione Emilia Romagna. L’assessore al demanio Andrea Dionigi Palazzi ha incontrato i bagnini della zona sud interessata ai lavori, Cna, Confcommercio, Cooperativa Bagnini Riccione e Cooperativa Bagnini Adriatica per illustrare le caratteristiche del maxi progetto da 20 milioni di euro complessivi per la costa romagnola che porterà nuova sabbia individuata in giacimenti off-shore profondi 35 metri a 50 miglia dal litorale. Per consentire il maxi ripascimento riccionese e predisporne le operazioni propedeutiche, quindi di cantieramento, si procederà alla stesura dei tubi fino a piazzale Roma. Verrà quindi realizzata una prima condotta lunga 2 chilometri che consentirà alle draghe il refluimento delle sabbie direttamente sulla battigia e una seconda condotta, per 4 chilometri di lunghezza, suddivisa in tre tronconi, assemblata tra Piazzale Roma e Piazzale San Martino utilizzata dagli altri Comuni interessati al maxi ripascimento. Per il litorale di Riccione arriveranno 175.000 metri cubi di nuova sabbia.

Proficuo e di grande collaborazione è stato l’incontro che ho tenuto questa mattina assieme al responsabile ufficio Demanio Luciano Giuffrida con le associazioni e gli operatori interessati dall’intervento vero e proprio, che riguarderà l’area sud fino alle ex colonia Bertazzoni – ha detto l’assessore al Demanio, Andrea Dionigi Palazzi –. A questo primo incontro, ne farà seguito un secondo con altri operatori balneari in modo da condividere e pianificare ogni dettaglio. La prossima settimana incontrerò inoltre, con gli altri Comuni coinvolti, l’assessore regionale Priolo per avere un quadro d’insieme sul maxi intervento. Sono soddisfatto perché dopo l’ultimo maxi ripascimento avvenuto nel 2016 e il lavoro incessante di raffronto, consultazione e richieste alla Regione, Riccione ottiene un grande risultato. Una spiaggia più grande e accogliente, nelle parti in cui necessitava, a partire proprio da questa estate. Un obiettivo raggiunto che non ci distoglie da altri interventi di portata minore ma ugualmente indispensabili e importanti. Il 10 febbraio, è partita a 300 metri dalla battigia la posa di 600 sacchi di sabbia per ripristinare la barriera soffolta nei punti più deteriorati dal mare, un’ulteriore misura a favore della spiaggia e del mare di Riccione”.