Indietro
menu
I 'Ritmi' in metallo

Inaugurata a Verucchio un'opera dei Mutoid donata da cittadina

In foto: l'inaugurazione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 25 set 2021 19:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il titolo dell’opera è “Ritmi” e a realizzarla nel corso di questo 2021 è stata Lucia Peruch aka Lu Lupan, artista della Mutoid Waste Company di Santarcangelo. A donarla al Comune di Verucchio è stata invece una cittadina, la commercialista Manuela Guaitoli. Questa mattina il sindaco Stefania Sabba, la vice Sabrina Cenni e la giunta quasi al completo l’hanno inaugurata nella location individuata, visibile da chi transita sulla Marecchiese: la piccola area verde nelle vicinanze di Riviera Banca. Dagli amministratori il ringraziamento alla donatrice e ai Ci.Vi.Vo. Ambiente, presenti alla cerimonia, che si sono occupati di montaggio e installazione.

La scheda dell’opera:

“Ritmi” è una realizzazione con metallo di recupero ispirata alle spirali Etrusche, al movimento cosmico di espansione/contrazione che essa suggerisce, ed evocativa del disco solare, della sua energia che si espande in ogni direzione e che nutre ogni forma di vita sul nostro Pianeta.

Di forma lenticolare, è contenuta all’interno di un vecchio cerchio di tino di 180 centimetri di diametro (oggetto familiare della vita contadina per chissà quante generazioni, con i suoi ribattini fissati a mano, col martello da fabbro, un oggetto allo stesso tempo impresso in memorie affettive e obsoleto) e di tante sezioni ricavate da tante porzioni di metallo differenti che l’artista ha inciso/segnato/martellato a mano, una ad una, legandole poi tra loro ed al telaio con rivetti in acciaio inox. A sorreggere l’opera delle barre quadre in acciaio, in una struttura solida ed essenziale dell’altezza di due metri e mezzo.

 

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
VIDEO