Indietro
sabato 19 giugno 2021
menu
Calcio Serie D

Rimini-Pro Livorno 4-1: cronaca, tabellino, video e gallery

In foto: Ricciardi abbracciato dai compagni dopo il gol del 2-1
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
mer 14 apr 2021 11:18 ~ ultimo agg. 15 apr 18:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email


RIMINI-PRO LIVORNO 4-1
Iniziamo dalle analogie con la partita d’andata. Anche il 23 dicembre fu Camarlinghi a segnare l’unico gol dei labronici a Scotti, quel giorno trovò, come oggi, il gol Vuthaj, solo che a Livorno ne segnò due, e quindi anche in quel caso un giocatore biancorosso realizzò una doppietta, al “Neri” è stato Casolla. A uscire a braccia alzate in entrambi i casi sono stati i romagnoli. E infine, sia oggi che nella gara d’andata Rossi ha fallito un calcio di rigore: all’andata al 90° e costò un punto alla Pro Livorno, al ritorno poco prima della mezzora sul punteggio di 1-1, e il suo errore è stato un significativo punto di svolta del match. Perché dopo due minuti il Rimini ha trovato il gol del vantaggio, con Ricciardi. E quello è stato il momento cruciale della partita perché avanti 2-1 i biancorossi hanno potuto esprimersi nelle ripartenze, mettendo in difficoltà a ripetizione la non impeccabile linea difensiva ospite, che poi di gol ne subirà altri due.
Seconda doppietta di fila per Casolla, finalmente uomo in più di Mastronicola, e secondo penalty di fila neutralizzato da Scotti, un vero specialista. Così passa in secondo piano lo sciagurato avvio, con i toscani a trovare il gol dopo una manciata di secondi, unica nota negativa di una giornata per il resto trionfale per i romagnoli, che adesso soffiano con il fiato sul collo della Pro Livorno, avanti sì di un punto ma con tre partite in più. E domenica i biancorossi saranno di scena sul campo della capolista Fiorenzuola. Un test che ci racconterà il grado di maturità raggiunto da Scotti e compagni.

E sabato mattina sarà presentato alla stampa il nuovo direttore sportivo del Rimini F.C., Andrea Maniero.

IL TABELLINO
RIMINI: 1 Scotti, 5 Pupeschi, 6 Valeriani, 7 Simoncelli, 16 Sambou (25′ st 26 Pari), 17 Casolla (34′ st 28 Diop), 18 Viti (18′ st 9 Arlotti), 24 Pecci (39′ st 23 Mengucci), 29 Canalicchio (25′ st 19 Manfroni), 30 Ricciardi, 72 Vuthaj. A disp.: 22 Adorni, 8 Nigretti, 10 Ambrosini, 33 Lugnan. All. Mastronicola.

PRO LIVORNO: 1 Blundo, 2 Petri, 3 Lucarelli (28′ st 20 Matteoli), 4 M. Falleni, 5 Bartorelli, 6 Bulli (38′ st 16 Turini), 7 Bachini (21′ st 18 Casalini), 8 Brizzi, 9 Granito (37′ st 19 Mancini), 10 Camarlinghi, 11 Rossi (29′ st 15 Solimano). A disp.: 12 Vozza, 13 Del Corona, 14 D. Falleni, 17 Brini. All. Niccolai.

ARBITRO: Domenico Leone di Barletta.
ASSISTENTI: Michele Fracchiolla di Bari e Daniele De Chirico di Molfetta.

RETI: 1′ pt Camarlinghi, 24′ pt e 19′ st Casolla, 32′ pt Ricciardi, 49′ st Vuthaj.

AMMONITI: Bachini, Viti, Bartorelli, Mengucci.

NOTE. Corner: 4-5.

I RISULTATI DELLA 26a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Ripreso il cammino sul campo del Corticella, dopo l’inciampo con la Sammaurese, il Rimini tenta l’assalto al quarto posto, occupato dalla Pro Livorno, che precede i biancorossi di quattro lunghezze, ma che ha giocato tre partite in più di Scotti e compagni. I toscani domenica hanno pareggiato con il Lentigione. All’andata, gara disputata il 23 dicembre, i romagnoli si imposero 2-1 con doppietta dagli undici metri di Vuthaj.

Mastronicola ritrova Nigretti, che ha scontato il turno di stop, ma deve fare ancora a meno di Gomis e dei giovani Ceccarelli e Santarini. Confermata per undici undicesimi la formazione di partenza di tre giorni fa.

Rimini in tenuta blu, in maglia verde e pantaloncini bianchi i toscani.

La partita. Si gioca. Dopo 41″ Camarlinghi, già a segno all’andata, porta in vantaggio la Pro Livorno: il numero 10 ospite ruba palla a Simoncelli, avanza e tenta il tiro, rimpallato da Pupeschi, ci riprova e questa volta trova il gol. 0-1.
Al 10′ il primo corner della partita, è per i toscani: Rossi scambia con Petri, ma sul passaggio di ritorno finisce in fuorigioco.
All’11’ Viti in area per Vuthaj, che controlla, ma poi scivola sul più bello e l’opportunità sfuma.
Al 13′ sugli sviluppi di una punizione di Simoncelli, dopo il cross di Pupeschi, Sambou va alla battuta, lontana dal bersaglio.
Al quarto d’ora idea di Ricciardi per Vuthaj, che non trova il tempo per la battuta, poi Sambou può colpire di testa, parata facile per Blundo.
Al 18′ Granito può calciare da dentro l’area, Scotti si salva.
Al 19′ Sambou pesca in area Vuthaj, il cui diagonale sibila a lato di un niente.
Al 20′ ancora Sambou per Casolla, che lavora palla, poi mette al centro per Simoncelli, che spedisce a fondo campo.
Al 24′ corner per il Rimini: dalla bandierina Simoncelli, Valeriani tocca e Casolla mette in rete. 1-1, terzo gol consecutivo per l’attaccante di Mastronicola che sale a quota 6 nella classifica marcatori.
Al 28′ l’arbitro indica il dischetto per un intervento di Pecci su Bachini. Dagli undici metri calcia Rossi, Scotti si tuffa alla sua sinistra e devia in angolo. Anche all’andata Rossi aveva fallito un rigore.
Sugli sviluppi del corner lo stesso Rossi colpisce di testa, nulla di fatto.
La legge del calcio si abbatte sulla Pro Livorno: gol sbagliato, gol subito. È Ricciardi, con un colpo di sinistro a completare il ribaltone per i biancorossi. 2-1.
Al 36′ la punizione di Vuthaj è troppo centrale per creare grattacapi a Blundo.
Al 38′ Granito appoggia per Bachini, la cui fiondata finisce a lato.
Al 41′ cross da sinistra di Viti, Bartorelli si rifugia in angolo.
Sugli sviluppi del corner Valeriani tocca e Sambou calcia sull’esterno della rete.
Al 42′ punizione di Ricciardi dalla trequarti per l’incornata di Pupeschi, sfera alta di poco.
Al 45′ Camarlinghi può tentare il destro da dentro l’area, diagonale largo.
Un minuto di recupero. Si va all’intervallo con il Rimini avanti 2-1.

Si gioca la seconda frazione. Al 3′ il Rimini batte il suo terzo angolo, nulla di fatto.
Al 4′ palla al bacio di Pecci per l’incornata di Vuthaj, che impatta male da ottima posizione.
All’11’ la Pro Livorno batte un angolo: Petri dalla bandierina, velo di Bachini e conclusione di Rossi ribattuta dal muro difensivo.
Al 19′ il Rimini trova il terzo gol: il cross da destra di Pecci è “sporcato” da un difensore, Casolla si coordina a centro area e supera Blundo, completando la doppietta personale. 3-1 e settimo sigillo stagionale per il numero 17 di Mastronicola.
Al 27′ numero di Pecci sull’out di destra, il suo traversone viene messo in angolo dall’estremo ospite.
Al 31′ Scotti prolunga in angolo il traversone di Petri. Sul cross di Casalini il colpo di testa di Mattia Falleni chiama Scotti agli straordinari.
Al 33′ la punizione da posizione defilata di Simoncelli è centrale, Blundo blocca senza affanni.
Al 35′ angolo di Ricciardi, incornata di Pupeschi, niente di fatto.
Al 43′ Casalini chiama alla respinta Scotti.
Al 44′ la punizione di Petri sorvola la traversa.
Un minuto dopo Mancini impegna severamente Scotti, che risponde ancora presente.
Al 49′ Bartorelli si fa soffiare il pallone da Vuthaj, che si invola verso la porta di Blundo e un passo dentro l’area disegna il diagonale del 4-1 con cui si conclude l’incontro. Il Rimini bissa la vittoria dell’andata e sale a quota 39 in classifica, ora la Pro Livorno è avanti di un solo punto.

IL DOPOGARA

LE PAGELLE DI NICOLA STRAZZACAPA

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.