Indietro
sabato 27 novembre 2021
menu
Calcio Serie D

Fiorenzuola-Rimini: il pregara di Alessandro Mastronicola

In foto: Alessandro Mastronicola
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 17 apr 2021 17:30 ~ ultimo agg. 18 apr 14:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email


Galvanizzato dal successo di mercoledì con la Pro Livorno, il Rimini vuole “spaventare” il Fiorenzuola, che divide la vetta della classifica insieme all’Aglianese. Gli emiliani hanno 55 punti (con 26 partite giocate), i romagnoli 39 (ma devono recuperare tre partite). All’andata, il 6 gennaio, i biancorossi si imposero 2-0 grazie al gol lampo di Ambrosini (al 1′) e alla rete di Vuthaj al 2′ della ripresa.

La vigilia dell’allenatore del Rimini, Alessandro Mastronicola.

“Domani sarà una partita difficile, complicata – attacca Mastronicola -. È vero che lo abbiamo battuto all’andata, ma sono passati tanti mesi e credo che in questi mesi il Fiorenzuola abbia rafforzato la sua forze e la sua impronta di gioco e di squadra. Noi ci troviamo ad affrontare una squadra super organizzata, consapevole in questo momento della propria forza, mentalmente hanno alzato l’asticella del livello, e quindi per noi sarà una partita complicata”.

Anche il Rimini sta vivendo un momento positivo. “Noi stiamo facendo bene, a parte il passo falso con la Sammaurese, che comunque nell’arco di un campionato ci può stare. Stiamo dimostrando di star bene, però le difficoltà sono tantissime, l’insidia è sempre dietro l’angolo, a maggior ragione quando affronti una squadra che è in salute come il Fiorenzuola, è per noi un match difficilissimo. Noi cercheremo di fare il massimo, poi vediamo. Andiamo a Fiorenzuola consapevoli di dover affrontare la prima in classifica, andiamo con timore e rispetto dell’avversario perché oggi la classifica dice questo, ma anche a parti invertite sono sicuro che loro direbbero la stessa, però siamo anche consapevoli che possiamo giocarcela. Sarebbe non rispettare l’avversario se noi andassimo là già sconfitti”.

Quali sono i punti di forza degli emiliani? “I loro punti di forza sono tantissimi: muovono la palla velocemente, hanno un attacco dello spazio impressionante, un movimento senza palla molto molto redditizio e la velocità di pensiero ad oggi sta facendo la differenza, unita alla consapevolezza che hanno acquisito in questi mesi. Andiamo ad affrontare una squadra che a mio avviso ha pochissimi punti deboli”.

Quali sono i punti di minor forza sui quali cercherete di metterli in difficoltà? “Non credo abbiano punti deboli nello specifico, però magari questa aggressività, questa ricerca dello spazio, questo giocarsi l’uno contro uno in ampie zone di campo ti potrebbero lasciare degli spazi da aggredire. Noi non cambiano il nostro atteggiamento ed il nostro modo di pensare. Come ho sempre detto ai ragazzi, è chiaro che ci sono delle varianti che dobbiamo sfruttare in base all’avversario. Faremo questo anche domani, sapendo che le difficoltà sono maggiori perché è una squadra attrezzata e coperta in ogni zona del campo”.

Chi mancherà e confermerà l’undici di partenza sceso in campo nelle ultime due partite? “Non ci sarà Gomis, che da lunedì dovrei avere in gruppo, così potrò capire il suo grado di preparazione a questo punto. Gli altri ci sono tutti, ho qualche acciacco da considerare perché il campionato è lungo e si gioca ogni tre giorni. Se ci sarà qualcosa da cambiare lo farò in base a determinate situazioni che ho pensato per affrontare il Fiorenzuola. Ma nulla che ha a che vedere con stanchezza e gare ravvicinate”.

Oggi sono stati presentati il nuovo direttore sportivo, Andrea Maniero, ed il nuovo responsabile dell’area tecnica, Giorgio Bresciani (vedi notizia). Quest’ultimo non è stato ben accolto dai tifosi. “Non ho parlato di questo con la squadra perché a mio avviso non ne va parlato. Io conosco Bresciani da tanti anni perché ci ho giocato insieme. Sono riuscito a dividere le due cose. Dice bene Bresciani quando dice: “prima conoscetemi, poi giudicatemi”. Come compagno di squadra lui mi ha insegnato tanto sia in campo che fuori dal campo, per il resto non è compito mio né giudicare né convincere qualcuno. Credo lui abbia detto le parole giuste. Lo stesso vale per la squadra, che in questo momento deve pensare solo al campo, così come devo far capire ai ragazzi che il campo è l’unica soluzione ai “problemi”, il campo è l’unico pensiero che la squadra deve avere. Per il resto abbiamo un presidente che è molto in gamba e che sa fare il suo mestiere”.

A proposito, il presidente Rota ha detto che farà di tutto per ottenere la promozione in C. “Sono cose che noi all’interno dello spogliatoio sappiamo perché ce le dice quando ci si ritrova. Ci dice che in qualsiasi modo dovesse arrivare si cercherà di ottenerla. Già questo deve far sperare i tifosi riminesi. Questo è il presidente: una persona ambiziosa, una persona che vuole ottenere il salto di categoria perché sì, non c’è un perché, perché lo vuole, punto”.

IL QUADRO DELLA 27a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE D GIRONE D E LA CLASSIFICA

FIORENZUOLA-RIMINI: I CONVOCATI
Portieri: Adorni, Scotti
Difensori: Canalicchio, Manfroni, Mengucci, Nanni, Pupeschi, Valeriani, Viti
Centrocampisti: Lugnan, Nigretti, Pari, Ricciardi, Sambou, Simoncelli
Attaccanti: Ambrosini, Arlotti, Casolla, Diop, Pecci, Vuthaj

Meteo Rimini
booked.net