Indietro
menu
Su iniziativa di Rufo Spina

Abbandono progetto Microaree. Raccolte le firme per seduta tematica

In foto: Rufo Spina negli studi di Icaro Tv
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 6 nov 2020 17:04 ~ ultimo agg. 17:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Consigliere Comunale Carlo Rufo Spina fa sapere di avere raccolto le firme necessarie per la convocazione di un consiglio comunale tematico avente ad oggetto il tema “Abbandono progetto Microaree”. La richiesta è già stata protocollata e ai sensi di regolamento il consiglio dovrà obbligatoriamente tenersi entro lunedì 26 novembre.

Spiega Rufo Spina: “Dopo tanti rinvii e alcune indiscrezioni di un possibile abbandono di un progetto, come centro-destra intendiamo stanare l’amministrazione per capire formalmente quelle che intende fare, in particolare se si assumerà la responsabilità politica di revocare la delibera di giunta del 2018 che identificava le microaree nelle 5 zone cittadine a tutti note. E’ ben chiaro a tutti che in assenza di precisi passaggi formali di revoca l’amministrazione potrebbe in ogni momento dare corso alla delibera già approvata trasferendo le famiglie sinte dove previsto”.

L’ordine del giorno presentato da Rufo Spina chiede di impegnare il Sindaco e la Giunta:

“1) Ad abbandonare e revocare con provvedimenti espressi il progetto microaree e il conseguente “programma per il superamento del campo nomadi di via Islanda ai sensi della delibera regionale 43/2016” descritti ed approvati con le delibere di giunta comunale 228/2016, 356/2016 e 148/2018;

2) A sgomberare al più presto, in base alle procedure legali consentite, il campo nomadi di Via Islanda;

3) A ricollocare tutti gli occupanti del campo nomadi di Via Islanda in soluzioni abitative legittime in base alle richieste singolarmente ed eventualmente avanzate, nel pieno rispetto della parità di trattamento, requisiti e graduatoria con gli altri residenti del Comune”.

 
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione