Indietro
menu
Tra sconforto e determinazione

Scuole, come cambia la didattica. Interviste alle dirigenti di Itis e Valturio

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 28 ott 2020 13:32 ~ ultimo agg. 29 ott 10:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un po’ di comprensibile sconforto, ma anche la determinazione di trovare le soluzioni per garantire agli studenti quel poco di attività in presenza prevista dal dpcm del 25 ottobre (che parla di una DAD almeno al 75%). Le dirigenti dell’Itis Belluzzi-Da Vinci, Sabina Fortunati, e del Valturio, Daniela Massimiliani, si sono subito messe al lavoro con insegnanti e personale scolastico per organizzare turni in classe e didattica a distanza, visto che la Regione ha dato tempo fino a domani per organizzarsi.

Sembra di correre dietro ad uno sparapalle impazzito – ha detto a Tempo Reale Sabina Fortunati – la scuola non può funzionare in questa maniera improvvisata. Manca una cabina di regia.

Più che una tempesta che si è abbattuta sulla scuola, io mi sento in guerra” sono invece le parole di Daniela Massimiliani. “Da noi – aggiunge –, i ragazzi saranno a scuola un giorno ogni cinque. Gli insegnanti invece saranno sempre presenti“.

Le interviste

Notizie correlate
di Redazione   
di Silvia Sanchini