Indietro
menu
agosto da tutto esaurito

Primo bilancio dei bagnini riccionesi: viste le premesse estate eccezionale

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 15 set 2020 11:24 ~ ultimo agg. 15:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ tempo di primi bilanci per i bagnini. A Riccione gli operatori si dicono soddisfatti per una stagione che a maggio sembrava impossibile anche solo immaginare. Nei giorni clou di agosto, viste le tante richieste, l’amministrazione comunale ha messo in campo anche un trenino per accompagnare i turisti nelle spiagge che ancora avevano qualche ombrellone e brandina.

 

Benché il calendario dica che siamo ai titoli di coda dell’estate, in spiaggia c’è ancora voglia di sole e mare. Il caldo fa rinviare lo smontaggio delle attrezzature di una stagione che, viste le premesse, i bagnini di Riccione sono pronti ad archiviare con soddisfazione: “se la guardiamo in termini assoluti chiaramente è un’estate che è andata peggio degli anni scorsi – spiega Diego Casadei, presidente cooperativa Bagnini Riccione -, ma rispetto alle premesse di maggio e giugno possiamo invece dire che è stata eccezionale“. “Tante famiglie era la prima volta che venivano a Riccione – aggiunge il vice presidente Andrea Gambutinon sapevano neanche cosa aspettarsi, poi ci hanno elogiato per come abbiamo organizzato la spiaggia e alla fine in molti se ne sono andati felici e certi di ritornare l’anno prossimo“. “Sicuramente il sentimento più diffuso – conferma Gilberto Fuzzi del direttivo – è stata l’incredulità per quanto accaduto, sia per noi operatori che non ci aspettavamo sarebbe arrivata tante gente, sia per i turisti stessi che si sono sentiti sicuri nel vivere la spiaggia. Molti ci hanno chiesto di mantenere queste distanze, perché si sta meglio“.

Non sono mancate, da parte dei turisti alcune domande e richieste strane, come se in acqua si dovesse entrare uno alla volta munendosi di biglietto, ma la maggior parte, una volta messi i piedi sulla sabbia, ha apprezzato l’organizzazione degli stabilimenti e il distanziamento è diventato un plus molto apprezzato.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati