Indietro
mercoledì 21 ottobre 2020
menu
Il Calcio dopo il Covid-19

Mirko Palazzi (Cattolica Calcio Young): "la prossima stagione sarà un 'anno zero' per tutti"

In foto: Mirko Palazzi ospite a Calcio.Basket
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 27 apr 2020 08:05 ~ ultimo agg. 28 apr 17:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ricevuto, pubblichiamo le riflessioni di Mirko Palazzi, responsabile del Settore Giovanile del Cattolica S.M., su come far ripartire il calcio giovanile dopo l’emergenza da Coronavirus.

“Dopo aver letto le opinioni di illustri colleghi responsabili di settori giovanili riminesi, il mio punto di vista sulla domanda “come far ripartire il calcio giovanile dopo il covid-19?” è duplice.

In primo luogo penso che il calcio giovanile andrà avanti anche senza i settori giovanili e gli impianti sportivi aperti perché quando la fase 2 avrà inizio sono convinto che cominceremo a rivedere e a risentire il calcio di strada, quello fatto con le magliette come pali delle porte e che termina al calare del sole. La voglia dei giovani di ritrovarsi e dare due calci al pallone non può essere blindata fino ad una data che ancora non hanno saputo darci, soprattutto andando incontro alla bella stagione. Quindi in conclusione, il calcio ripartirà anche se il covid non sarà del tutto scomparso.

In secondo luogo, quello prettamente organizzativo e che riguarda le società sportive, la prossima stagione sarà un ‘anno zero’ per tutti, è pensabile che la FIGC dia delle regole da far rispettare e che una di queste sia evitare di fare aggregazione con numeri elevati.

Ecco, secondo me il punto focale su cui far ripartire il calcio giovanile (almeno al Cattolica Calcio Young), è quello di curare molto più specificamente il lato tecnico individuale allenando a piccoli gruppi e curando tanto la qualità degli esercizi.

Ormai tutti, bambini e ragazzi compresi, hanno la consapevolezza di che cosa abbiamo passato stando a forzatamente a casa, e penso che se il ‘costo’ da pagare per venire ad allenarsi sia quello di non stringersi dopo un gol, o quello di allenarsi tutti insieme, in attesa poi di ritornare il più presto possibile a farlo, be’ allora sono convinto che ci daranno ancora un’ennesima prova di forza di volontà e di coraggio.

Fin quando ci saranno ragazzi che avranno voglia di allenarsi, il calcio troverà sempre un modo per ripartire.

Mirko Palazzi
Cattolica Calcio Young”