lunedì 18 novembre 2019
menu
La vigilia del derby

Rimini-Cesena: la vigilia del tecnico Renato Cioffi

In foto: Renato Cioffi
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 19 ott 2019 11:55 ~ ultimo agg. 20 ott 13:35
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

In Coppa Italia, il 4 agosto scorso, è stato il Cesena ad imporsi: 2-1 con reti di Butic e De Feudis per i bianconeri (con Scotti in giornataccia) e di Petrovic nei minuti finali per i biancorossi. Il Rimini è pronto a prendersi la rivincita, domani (domenica) al “Romeo Neri” (calcio d’inizio alle ore 15:00). Il momento non è dei migliori per entrambe le compagini, con Ferrani e compagni (7 punti in classifica) che hanno conquistato due soli punti negli ultimi sei turni e De Feudis e soci (10 punti) che domenica scorsa sono stati contestati dai loro tifosi dopo la sconfitta interna subita per mano della Sambenedettese.

In casa biancorossa rientrano dalla squalifica Candido e Van Ransbeeck. Due turni di stop invece per Zamparo, che salterà il derby e la sfida di mercoledì sera in casa della Reggio Audace, sua ex squadra.

La vigilia del tecnico del Rimini, Renato Cioffi.

“Il derby forse viene in un momento che cade a fagiolo, si dice da me – attacca Cioffi -. Vogliamo regalare una domenica di soddisfazioni. Al di là dei nostri tifosi, che ci hanno seguito sempre e la maggior parte delle volte li abbiamo delusi, però, questa partita va dedicata a noi stessi perché i ragazzi fanno tanti sacrifici, però forse hanno raccolto poco rispetto a quanto fatto. Questa partita ha un valore importante, speriamo di riuscire ad ottenere i tre punti perché giochiamo con una squadra che gioca molto bene, con giocatori giovani molto bravi tecnicamente. Domani chi è più tranquillo e sereno e ha la mente fredda e i piedi caldi può vincere questa partita”.

Sull’umore delle due squadre. “Anche loro hanno subito una contestazione forte. Hanno una partita di vantaggio rispetto a noi, forse hanno fatto partite buone ma siamo a -3 punti, noi purtroppo abbiamo bucato la partita con il Verona. Non è che noi stiamo facendo malissimo e loro benissimo: siamo in un momento di difficoltà entrambe e chi è più tranquillo potrà avere la meglio”.

Cambierà qualcosa? “Voi avete gli occhi da Superman perché riuscite a sapere tutto quello che uno prova anche a porte chiuse. Silvestro non sta bene, ma sta meglio. Dobbiamo valutare bene, ma il sistema è importante. Chi scende in campo in questa partita e vuole superarla, questo è importante”.

A Fano il Rimini è sceso in campo con un centrocampo più muscolare. “Non avevo né Van Ransbeeck né Candido, poi dovevamo fare i conti con gli under. Ho trovato Cigliano e l’ho inserito perché stava bene. Buona parte della partita l’abbiamo fatta bene, dopo l’espulsione abbiamo subito di più però la tenacia c’è stata sempre. È anche vero che è la seconda partita in cui non abbiamo fatto gol. Però non l’abbiamo neanche subito e così almeno un punto lo porti a casa”.

Sul turnover. “Noi pensiamo solo alla partita di domani, abbiamo giocatori come Scappi e Silvestro diffidati. Quello che mi interessa è la partita di domani. Reggio è una partita che stimola, poi però avremo due partite in casa che non possiamo fallire con Fermana e Vis Pesaro, due scontri diretti che dobbiamo cercare di portare a casa”.

Il Cesena è anche una squadra molto giovane, che potrebbe sentire più il peso della contestazione. “Io penso che loro, al di là che sono giovani, ma a me piacciono molto perché hanno 4-5 elementi di grande prospettiva, forse sono più abituati al grande pubblico, perché giocano davanti a 10mila persone. Noi dobbiamo andare avanti, pressarli, perché noi siamo quelli. Oltre allo stimolo di grande pubblico noi dobbiamo essere questi”.

Sul manto erboso del “Romeo Neri”, che non si presenta affatto bene. “Noi diciamo: andiamo a mangiare l’erba o ad arare il campo, forse quest’ultimo è il termine giusto per definire il manto del Neri”.

Nava giocherà esterno? “Sappiamo che Valerio sull’esterno gioca meglio”.

Se Silvestro non dovesse farcela chi giocherà al suo posto? “Arlotti a sinistra lo escludo. Più Picascia. Dobbiamo mettere un under in mezzo al campo. Arlotti si gioca una maglia in avanti con Ventola”.

Il Cesena in estate aveva coltivato ambizioni più elevate e oggi si trova a fare i conti con una classifica che non si aspettava. “Premetto che io ho già tanti problemi con i risultati della mia squadra, che sinceramente del Cesena… È normale che non vengono in una situazione ottimale. Dall’altra parte abbiamo una squadra che era partita con buoni propositi, anche loro sanno che si giocano tanto. Io spero non diventi una partita brutta perché vorremmo regalare una bella partita con un buon risultato”.

A fine mattinata il numero delle presenze previste sugli spalti del “Neri” domani (in base ai biglietti venduti e agli abbonamenti) è salito a 3.600.

IL QUADRO COMPLETO DELLA 10a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA CLASSIFICA

La conferenza stampa di Cioffi sarà trasmessa su Radio Icaro (92FM) oggi pomeriggio alle 16:35.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna